cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 12:10
Temi caldi

Telecom: cda approvano progetto per incorporare TI Media

19 marzo 2015 | 20.41
LETTURA: 3 minuti

I Consigli di Amministrazione di Telecom Italia e Telecom Italia Media (società controllata e soggetta a direzione e coordinamento di Telecom Italia, che ne detiene direttamente e indirettamente il 77,71% del capitale ordinario e il 2,25% del capitale di risparmio), confermando il percorso di integrazione già annunciato lo scorso 19 febbraio 2015, hanno approvato oggi il progetto di fusione per incorporazione di Telecom Italia Media in Telecom Italia (il “Progetto di Fusione”).

I Consigli di Amministrazione delle due società, con l’assistenza dei rispettivi advisor, hanno ciascuno autonomamente confermato il seguente rapporto di cambio, già preliminarmente approvato in data 19 febbraio 2015: 0,66 azioni ordinarie di Telecom Italia di nuova emissione, aventi data di godimento identica a quella delle azioni ordinarie in circolazione alla data di efficacia della Fusione, per ogni azione ordinaria di Telecom Italia Media; 0,47 azioni di risparmio di Telecom Italia di nuova emissione, aventi data di godimento identica a quella delle azioni di risparmio di Telecom Italia in circolazione alla data di efficacia della Fusione, per ogni azione di risparmio di Telecom Italia Media.

Non sono previsti conguagli in denaro. Citigroup e Studio Tasca, per Telecom Italia, Equita SIM ed il Professor Stefano Caselli, per Telecom Italia Media, hanno rilasciato apposite fairness opinion confermative della congruità, dal punto di vista finanziario, del suddetto rapporto.

Questo era stato approvato in via preliminare utilizzando il progetto di bilancio 2014 di Telecom Italia Media (in quella stessa data approvato) e i dati preconsuntivi dell’esercizio 2014 di Telecom Italia, in attesa dell’approvazione del suo progetto di bilancio, avvenuta oggi.

Il 16 marzo 2015 il Tribunale di Milano ha nominato Reconta Ernst & Young quale esperto incaricato di redigere la relazione sulla congruità del rapporto di cambio. Tale relazione sarà pubblicata entro il termine di legge, unitamente al progetto di fusione e alle relazioni illustrative elaborate dai Consigli di Amministrazione delle due società. Il progetto di fusione sarà sottoposto all’approvazione delle assemblee degli azionisti ordinari del 30 aprile 2015 (unica convocazione) per Telecom Italia Media e del 20 maggio 2015 (unica convocazione) per Telecom Italia.

Tenuto conto che l’iniziativa non comporta pregiudizio dei diritti degli azionisti di risparmio, è confermato che la fusione non è subordinata all’approvazione delle rispettive assemblee speciali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza