cerca CERCA
Sabato 04 Febbraio 2023
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Tina Maze è oro nel gigante Delusione Fanchini: è quarta

18 febbraio 2014 | 13.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text

La slovena Tina Maze ha vinto la medaglia d'oro nel gigante femminile ai Giochi olimpici invernali di Sochi. La slovena ha chiuso la seconda manche col tempo di 2'36''87, alle sue spalle l'austriaca Anna Fenninger 2'36''94, in ritardo di 7 centesimi, terza la tedesca Viktoria Rebensburg 2'37''14, +0''27. Nulla da fare per l'azzurra Nadia Fanchini che chiude in quarta posizione col tempo di 2'37''25.

Delusione per la sciatrice azzurra che aveva concluso la prima manche in terza posizione e vede sfumare il bronzo olimpico, sarebbe stata la sesta medaglia per l'Italia ai Giochi. Alle spalle dell'azzurra la statunitense Mikaela Shiffrin, sesta la svedese Maria Pietilae-Holmner. Per quanto riguarda le altre italiane in gara arriva 16esima Francesca Marsaglia 2'39''92 e quarto tempo di manche, era 26esima dopo la prima frazione. Sfortunata Denise Karbon che cade nella seconda discesa dopo l'ottavo tempo registrato nella prima manche.

''Ho perso il bronzo per 11 centesimi. Non posso far altro che accettarlo''. Fanchini deve accontentarsi della medaglia di legno. L'azzurra, terza dopo la prima manche, non è riuscita a confermare la posizione nella seconda frazione. Il podio è sfumato per un soffio. ''Sono contenta per aver reagito dopo due gare andate male. ho ritrovato la serenità per fare una bella prestazione. In questo momento il gigante è la disciplina che mi dà più soddisfazioni'', analizza l'azzurra. ''E' chiaro che quando sei fuori dalle medaglie per 11 centesimi il rammarico c'è, anche perché ho commesso qualche errore nella parte alta della seconda manche. Però devo accettarlo, lo sport è fatto così e io devo pensare alle prossime gare'', aggiunge.

E' andata decisamente peggio a Denise Karbon, uscita di scena nella seconda manche. ''Mi dispiace, si vede che non sono destinata a fare risultati importanti alle Olimpiadi. Ci ho provato, ce l'ho messa tutta anche perché davanti ci sono atlete che vanno fortissimo e io commetto tanti piccoli errori che alla fine mi lasciano sempre un po' indietro'', dice. Al traguardo è arrivata Francesca Marsaglia, 16a a 3''05 dalla vetta: ''Posso andare via dall'Olimpiade con la soddisfazione di avere fatto almeno una bella manche in gigante. So che non basta, ma devo cercare di vedere positivo e puntare a far bene nelle prossime gare''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza