cerca CERCA
Giovedì 18 Agosto 2022
Aggiornato: 09:04
Temi caldi

Toscana: al via tre bandi per sostenere imprese innovative

09 luglio 2014 | 17.42
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Novità in vista per le imprese toscane che puntano sull'innovazione e la ricerca. Ma anche per le start up, in particolare nei settori di punta delle nuove tecnologie. Nei prossimi giorni saranno pubblicati i nuovi bandi che mettono a disposizione contributi per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione. Finanziati grazie all'anticipazione, da parte del bilancio regionale, di risorse che consentono di avviare la programmazione del Por 2014-2020 del Fondo europeo di sviluppo regionale, i tre bandi guardano rispettivamente ai progetti strategici di ricerca e sviluppo di grande industria in collaborazione con piccole e medie imprese, ai progetti di ricerca e sviluppo e a agli aiuti all'innovazione delle piccole e medie imprese.

"Le risorse per il momento a disposizione sono 8 milioni di euro - ha detto l'assessore alle Attività produttive, credito e lavoro, Gianfranco Simoncini - che costituiscono una prima tranche tratta dall'anticipazione di 82 milioni che la Regione ha fatto sulla gestione dei fondi Ue del Fesr 2014-20. A regime il plafond complessivo per questi interventi è destinato a superare i 200 milioni".

I bandi sono stati presentati ufficialmente oggi nell'ambito del forum delle imprese organizzato per Toscana Technologica-Smau Firenze alla Fortezza da Basso.

"Nonostante le difficoltà finanziarie - ha spiegato l'assessore Simoncini - ci siamo fatti un punto di impegno di attivare subito i nuovi aiuti per l'innovazione del nostro sistema produttivo. L'abbiamo fatto, appunto, anticipando con il bilancio della Regione parte delle risorse che dalla Ue ancora non sono in grado di arrivare. Era essenziale dare nuovo impulso alle imprese".

"I nuovi bandi - ha aggiunto - guardano in particolar modo a quelle più dinamiche, a quelle che sono in grado di camminare fin da subito con le proprie gambe e garantiscono un uso dei fondi capace di moltiplicare gli effetti dell'investimento contribuendo a far crescere davvero competitività e occupazione. E' anche per questo che, oltre ai nuovi criteri metodologici, abbiamo inserito nei tre bandi indirizzi che orientano le imprese verso precise priorità tecnologiche, nell'ambito di percorsi di specializzazione intelligente definiti a livello regionale".

I tre bandi sono, nel dettaglio: progetti strategici di ricerca e sviluppo, dedicato alle imprese più grandi associate con altre di diverse dimensioni; progetti di ricerca e sviluppo delle pmi, singole o associate; aiuti all'innovazione delle pmi, singole o associate. Le imprese potranno presentarsi in partenariato con gli organismi di ricerca.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza