cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 11:30
Temi caldi

Trasporti: Onorato, no a modifiche norme su marittimi stranieri

22 dicembre 2015 | 17.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text

No a modifiche sulle norme per l’assunzione di marittimi stranieri. E' netta l'opposizione di Vincenzo Onorato, proprietario delle compagnie Moby e Tirrenia. "Si sta tentando di portare avanti una manovra delinquenziale" attacca e, in riferimento all'armatore Manuel Grimaldi, osservando come "l’obiettivo dell’attuale presidente di Confitarma è quello di far approvare una normativa che consenta agli armatori di imbarcare marittimi stranieri sulle navi impegnate anche nelle rotte per le isole". "Questa - afferma l'armatore napoletano - per noi è una battaglia ideologica".

"Faremo una guerra spietata su questo tema, altrimenti - sottolinea - si rischia di mandare a casa tra i 15 e i 20 mila marittimi. Gente di grande esperienza, professionisti tra i migliori al mondo". Con un riferimento diretto alla concorrenza, Onorato spiega che in una nave che opera sulla tratta per Barcellona, "per esempio, ci sono a bordo 112 marittimi e 90 sono extracomunitari. Non può passare la linea degli stranieri assunti con contratto da fame". "Al massimo - conclude- si applichino le regole degli stipendi italiani".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza