cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 13:55
Temi caldi

L'indiscrezione

"Troppo anti Juve", Pistocchi via da Mediaset? Lui: "Resto"

12 luglio 2017 | 13.56
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Maurizio Pistocchi (fermo immagine da video)

"Sono e rimango un dipendente di Mediaset. Una grande azienda nella quale per 31 anni ho potuto fare con passione e successo il lavoro che amo". E' con un tweet che Maurizio Pistocchi, giornalista sportivo di Mediaset, ha provato a dire la sua, ieri, sull'indiscrezione circolata nelle ultime ore secondo la quale sarebbe stato silurato dal palinsesto del Biscione.

Ma perché uno dei volti più popolari del piccolo schermo dovrebbe essere 'cancellato' dalla prossima stagione televisiva? A fornire una ricostruzione del dietro le quinte è Renato Franco sul 'Corriere della sera' secondo la quale l'opinionista di Premium non tornerà a dare il suo contributo a 'Serie A Live', il programma condotto da Massimo Callegari, poiché si dice sia inviso alla Juventus. Già in passato, scrive Franco, la Vecchia Signora aveva chiesto il 'contenimento' di Pistocchi, noto per la sua schiettezza e per i commenti pungenti dei risultati di campionato.

Ufficialmente, Pistocchi non tornerà a prestare il volto alla trasmissione di Premium per la decisione presa in casa Mediaset di svecchiare il canale. Quel che è certo, però è che il giornalista non è mai stato gradito ai tifosi bianconeri che come ricorda Franco, a gennaio avevano anche lanciato una petizione online per cacciarlo da Mediaset e farlo radiare dall'Ordine dei giornalisti.

Tanti i commenti di stima e affetto arrivati in queste ore via social. "Esci a testa altissima" scrive un utente, mentre altri cinguettano: "Maurizio, non mollare. Non ti far intimidire da nessuno" e ancora "Froza Maurizio", mentre c'è chi ha già lanciato l'hashtag #iostoconpistocchi. Al momento, stando a quanto scrive lo stesso Pistocchi su Twitter, il giornalista dovrebbe rimanere un dipendente Mediaset.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza