cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Tunisia: Seychelles estendono di 12 mesi asilo a figlia Ben Ali

25 marzo 2014 | 12.23
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Il governo delle Seychelles ha concesso altri 12 mesi di asilo politico a Nesrine Ben Ali, la figlia piu' giovane del deposto presidente tunisino Zine El Abidine Ben Ali. Lo ha reso noto lo stesso ministero degli Esteri dell'arcipelago con una nota, in cui e' precisato che alla donna "e' stata garantita un'estensione di 12 mesi del suo permesso di soggiorno", al pari di "suo marito e dei suoi tre figli"

Il marito di Nesrine Ben Ali e' il noto uomo d'affari Sakher al-Matiri. Motivando l'accoglimento della richiesta di estensione dell'asilo politico, le autorita' di Victoria hanno sottolineato che al-Matiri "nel fosse stato costretto a tornare in Tunisia non avrebbe avuto garanzie sulla regolarita' del processo". "La Repubblica delle Seychelles - prosegue il comunicato - non impone ne' riconosce la pena capitale secondo la sua Costituzione e non e' convinta che la Repubblica tunisina non miri alla condanna a morte (di al-Matiri, ndr)".

L'uomo era indicato come uno dei piu' probabili successori di Ben Ali. Poco prima della caduta del regime era fuggito in Qatar, ma l'emirato del Golfo l'aveva espulso nel settembre 2012. Si era quindi diretto alle Seychelles, dove a febbraio dello scorso anno ha chiesto ufficialmente asilo politico, che gli e' stato concesso due mesi dopo. La giustizia tunisina lo ha condannato in contumacia a 16 anni per corruzione e frode immobiliare. Appena 30enne, al-Matiri, titolare di vari progetti imprenditoriali e investimenti, aveva gia' scalato le vette del mondo imprenditoriale e politico del suo paese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza