cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 10:02
Temi caldi

Ucraina, il neurologo Sorrentino: "Moderazione non preclude azioni forti, offese non servono"

19 marzo 2022 | 18.31
LETTURA: 1 minuti

Il consiglio ai politici italiani: "Quando si vuole tentare un'intesa bisogna saper rinunciare all'impulso di offendere: solo a innalzare la temperatura, l'odio reciproco e la voglia di vendetta"

alternate text
Palazzo distrutto a Kiev (Fotogramma)

"A proposito del conflitto in atto e in modo particolare sulle etichettature su Putin, mi sentirei di dare un consiglio a tutti e in modo particolare ai politici italiani. Usare toni, parole moderate, non preclude se necessario, di mettere in pratica azioni forti e decise. Offendersi reciprocamente non serve a nulla se non ad esasperare le risposte ostili da una parte e dall'altra". Lo afferma all'Adnkronos Rosario Sorrentino, neurologo, in merito alla guerra in Ucraina.

"Quando si vuole tentare un'intesa con qualcuno bisogna saper rinunciare all'impulso di offendere perché serve solo a innalzare la temperatura, l'odio reciproco e la voglia di vendetta - aggiunge Sorrentino - Questo soprattutto nell'interesse dei civili e delle vittime di questa guerra assurda. Le antipatie e simpatie personali, come spesso accade, possono incidere molto sulle decisioni da prendere".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza