cerca CERCA
Venerdì 24 Settembre 2021
Aggiornato: 14:18
Temi caldi

Diritti

Unioni civili, Renzi: "Sacrosanto fare una legge, ma contrario a utero in affitto"

12 febbraio 2016 | 09.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text
La senatrice Monica Cirinnà (Fotogramma)

"Il voto segreto lo decide il Parlamento, non la Cei. Lo dico con tutto il rispetto per Bagnasco". Così il premier Matteo Renzi, parlando a 'Radio anch'io' di unioni civili. "Se ci saranno le condizioni, sarà Grasso a decidere sul voto segreto, non la Cei", ha ribadito il premier.

Grasso: "Decidere procedure è prerogativa delle istituzioni"

"Comprendo - ha continuato il presidente del Consiglio - che ci sarà da parte di qualche gruppo la richiesta di voto segreto, ma a me per carattere piacerebbe l'idea in cui un parlamentare esprime un voto e risponde del voto".

"Ho sempre ritenuto sacrosanto fare una legge sulle unioni civili. Era un impegno che avevo preso con gli italiani e con il Parlamento. Finalmente ci siamo, dopo anni di rinvii", ha poi commentato il premier. "Sulle unioni civili il Paese è nettamente schierato. Ma che paura possono fare due persone che si amano? Perché non dargli diritti?", ha aggiunto. "Sull'utero in affitto io sono molto contrario. Si deve fare di più per mettere al bando questo principio non solo in Italia, dove è già vietato, ma anche negli altri Paesi", ha commentato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza