cerca CERCA
Domenica 27 Novembre 2022
Aggiornato: 11:21
Temi caldi

Usa, attacchi alle statue di Cristoforo Colombo

10 giugno 2020 | 15.47
LETTURA: 2 minuti

Abbattuta in Virginia e decapitata a Boston

alternate text
Afp

Dopo aver preso di mira gli storici generali della Confederazione, simboli del potere schiavista del Sud, i dimostranti negli Stati Uniti ora rivolgono la protesta anche contro Cristoforo Colombo. Due statue del navigatore italiano sono state infatti la notte scorsa attaccate in Virginia e a Boston come simbolo del genocidio delle popolazioni native americane.

A Richmond, una statua di 2 metri e mezzo di Colombo è stata abbattuta dal suo piedistallo in un parco cittadino e trascinata con delle corde ad un laghetto vicino dove, dopo essere bruciata, è stata gettata. Sul piedistallo sono stati dipinti graffiti e le scritte "questa terra è dei Powhatan", il nome della popolazione nativa che abitava la Virginia, e "Colombo rappresenta il genocidio".

L'azione è avvenuta, riporta la Cnn, la notte scorsa dopo una nuova manifestazione di protesta contro il monumento di Robert Lee, il generale confederato considerato il simbolo del potere schiavista del Sud. E' stata invece 'decapitata' la statua del navigatore italiano che si trova a Boston nel parco a lui dedicato.

Colombo è una figura storica ormai molto controversa negli Stati Uniti perché considerato responsabile con la sua "scoperta" di avere avviato l'esplorazione e la colonizzazione delle Americhe da parte degli europei con il conseguente sterminio delle popolazioni native.

"Questo continente è costruito sul sangue e le ossa dei nostri antenati - ha detto Vanessa Bolin, membro della Richmond Indigenous Society, durante la manifestazione di ieri - ma anche con il sudore, le lacrime, il sangue e le ossa degli africani. Noi non siamo qui per dirottare il vostro movimento - ha aggiunto rivolgendosi agli afroamericani, siamo qui per essere solidali".

Non è la prima volta che una statua del navigatore italiano è oggetto di vandalismi negli Stati Uniti: nel 2019 è stata gettata vernice rossa sulle statue di Colombo a San Francisco e Providence, in Rhode Island. E molti Stati negli ultimi anni hanno scelto di trasformare la festa nazionale, il famoso Columbus Day, in cui il 12 ottobre si ricorda all'arrivo nelle Americhe del navigatore italiano, nell'Indigenous Peoples Day, il giorno delle popolazioni indigene d'America.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza