cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 16:53
Temi caldi

Usa-Nordcorea, prove di dialogo

13 dicembre 2017 | 08.54
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(AFP PHOTO)

Washington pronta a sedere al tavolo dei negoziati con Pyongyang "senza condizioni preliminari". L'apertura arriva dal segretario di Stato americano Rex Tillerson a cui, però, è seguita anche a breve distanza una puntualizzazione della Casa Bianca: Trump non ha cambiato idea.

Intervenendo nel corso di un Forum politico dell'Atlantic Council, Tillerson ha sottolineato come gli Stati Uniti "semplicemente non possano accettare una Corea del Nord armata"; poi, ammorbidendo apparentemente la posizione americana, ha aggiunto: "Incontriamoci e parliamo, se volete, del tempo o se sarà una tavola rotonda o quadrata, se questo vi piace. Poi possiamo cominciare a tracciare una mappa, una road map di ciò che potremmo volere, per andare avanti". Ma prima, dovrà esserci un "periodo di calma", senza test missilistici o nucleari.

Poche ore dopo le affermazioni, la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders ha rilasciato una dichiarazione ai giornalisti per chiarire e puntualizzare che le idee di Trump "non sono cambiate". La Nordcorea "agisce in modo insicuro non solo nei confronti del Giappone, della Cina e della Corea del sud, ma del mondo intero". Le azioni della Corea del Nord, ha aggiunto, non sono buone per nessuno e certamente non lo sono per la Corea del Nord.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza