cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:29
Temi caldi

Usa, sparatoria in ospedale a Tulsa: almeno 4 morti

02 giugno 2022 | 07.35
LETTURA: 1 minuti

Il killer si è suicidato, era un paziente di uno dei medici uccisi

alternate text

Era un paziente di uno dei medici uccisi, l'uomo che ha freddato quattro persone nel campus del St. Francis Hospital a Tulsa in Oklahoma e si è poi tolto la vita. Lo ha spiegato il capo della polizia di Tulsa Wendell Franklin in una conferenza stampa.

In particolare, l'assassino, Michael Louis, ha ucciso il medico che lo aveva operato, Preston Phillips, e altre tre persone, Stephanie Husen, Amanda Green e William Love. Franklin ha riferito che Louis aveva subito un intervento chirurgico alla schiena il 19 maggio, eseguito proprio da Phillips, e successivamente aveva chiamato più volte lamentandosi del dolore e chiedendo di essere visitato. Dopo aver incontrato il medico martedì, mercoledì, prima della sparatoria, aveva richiamato "lamentando il mal di schiena e chiedendo ulteriore assistenza". La polizia ha poi trovato addosso all'omicida una lettera "che chiariva che l'uomo era entrato nella struttura con l'intento di uccidere il dottor Phillips" e chiunque si fosse messo sulla sua strada, ha detto Franklin.

Alle 14 di mercoledì Louis, ha riferito il capo della polizia, ha acquistato un fucile semiautomatico in stile AR-15 da un negozio di armi. Nemmeno tre ore dopo, poco prima delle 17, la polizia è stata chiamata per la sparatoria. Il killer si è poi suicidato, secondo quanto riferiscono le autorità locali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza