cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 12:53
Temi caldi

Veneto: dal pascolo alla start up, a scuola di lavorazione della lana

12 agosto 2014 | 17.41
LETTURA: 3 minuti

Zaia: "Attività antica e moderna che valorizza territorio ed economia".

alternate text

A lezione per riscoprire l'arte dell'antica lavorazione della lana. Ma anche per cogliere quella che può diventare una vera e propria opportunità di impresa. Con tanto di avvio di start up. Accade in Veneto, dove si tiene il corso 'Start-up di impresa per la lavorazione della lana nelle Prealpi e Dolomiti bellunesi', cui l’amministrazione regionale ha voluto dare il suo sostegno.

Tanto che è lo stesso governatore della Regione, Luca Zaia, a complimentarsi: "Voglio salutare tutti i partecipanti al corso di lavorazione della lana organizzato a Sedico e ringraziare tutti i 'docenti' e i cultori di un'attività che può essere occasione di economia e di valorizzazione del territorio montano. Abbiamo sostenuto convintamente l’iniziativa e sono certo che potrà dare buoni frutti anche di medio-lungo periodo”.

“E’ un segnale che va colto e mi fa molto piacere che la partecipazione sia nutrita - aggiunge Zaia - sulla scia certo di una lunga storia di allevamento della pecora in questa provincia, ma con la volontà di poterne fare anche un'attività nuova, capace di esaltare una risorsa locale, quella di pecore e capre, che sembrava quasi a rischio di estinzione, ma alla quale oggi si stanno dedicando nella provincia di Belluno anche alcuni giovani che hanno fatto una coraggiosa e intelligente scelta, a un tempo di lavoro e di vita".

"L’auspicio - sottolinea - è che allevatori e vecchi e nuovi maestri della lana possano riprendere le fila di questa tradizione, con lo sguardo al futuro e la capacità di dare valore all’intera filiera".

"Certo, come spesso succede nel nostro Paese, in questo settore la cosa più difficile - avverte - non è imparare le tecniche di lavorazione di una materia prima che ha accompagnato la storia dell’umanità, ma superare gli ostacoli burocratici di norme che sembrano utili più a giustificare l’esistenza dei burocrati che le compilano piuttosto che l’ambiente e il lavoro”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza