cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 16:01
Temi caldi

Vernice verde sul campo di Manaus per non penalizzare lo spettacolo

13 giugno 2014 | 13.45
LETTURA: 3 minuti

alternate text
L’Arena Amazzonia di Manaus (Infophoto)

Il sindacato mondiale dei calciatori boccia il campo dello stadio di Manaus, l’organizzazione dei Mondiali corre ai ripari e prova a colorare di verde il manto erboso che domani sarà calpestato da Italia e Inghilterra nella sfida valida per il Gruppo D. Il prato marrone dell’Arena Amazzonia fa discutere da giorni e suscita la preoccupazione formale della FIFPro, il sindacato dei giocatori di tutto il pianeta.

Le squadre meritano un campo di qualità. A Manaus non è così”, si legge in una nota dell’organismo. “Nessuno vuole che i giocatori e lo spettacolo vengano penalizzati”, aggiunge il sindacato. Gli addetti alla manutenzione dell’Arena Amazzonia, come fa sapere la Bbc, hanno provato a migliorare la situazione almeno a livello cromatico: con una speciale vernice spray, hanno colorato di verde le zone più disastrate del terreno di gioco.

”C’è un motivo se il campo sembra in condizioni decisamente migliori”, ha twittato Natalie Pirks, corrispondente della Bbc, dopo aver assistito all’operazione cosmetica. Carlos Botella, responsabile del team che gestisce la manutenzione del campo, ha provato a fornire una spiegazione per il rivedibile risultato presentato a squadre e tifosi.

“Le operazioni sono state molto complesse. Non ci sono strade, i macchinari e i materiali sono stati portati con le navi, non c’erano fertilizzanti e semi. Adesso abbiamo avviato il processo di fertilizzazione, lo intensificheremo con l’utilizzo di prodotti biostimolanti e cercheremo di far crescere l’erba il più possibile”, ha aggiunto.Lo stadio ospiterà 4 match durante i Mondiali ed è probabile che il lavoro dei ‘giardinieri’ dia i frutti nei prossimi giorni. Italia-Inghilterra, però, è senz’altro l’incontro di cartello tra quelli programmati all’Arena Amazzonia. Secondo una fonte della Fifa, la regolarità del terreno non è in discussione. Il problema, a quanto pare, “è estetico”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza