Home . Soldi . Finanza . Borse, scambi complicati con 'spettro' Cina. Milano positiva con Ferrari

Borse, scambi complicati con 'spettro' Cina. Milano positiva con Ferrari

FINANZA
Borse, scambi complicati con 'spettro' Cina. Milano positiva con Ferrari

(Foto Xinhua)

La Borsa di Milano è tra le migliori piazze finanziarie europee a metà seduta registrando con il Ftse Mib un progresso dello 0,36% a 20.809 punti, trainato soprattutto dall'andamento di Ferrari, oggi scambiata a 44,6 euro, in rialzo del 2,2%, e di Fca (+1,35% a 8,26 euro). I timori per un rallentamento dell'economia cinese complicano gli scambi sulle altre Borse europee: sono tutte per lo più caute o in ribasso al giro di boa nonostante la banca centrale cinese abbia immesso nel sistema finanziario circa 20 miliardi di dollari per sostenere il mercato azionario. Londra segna un debole +0,13%, Madrid +0,19%. Negative, invece, Amsterdam (-0,2%), Parigi (-0,56%), Francoforte (-0,65%). I futures su Wall Street sono negativi e l'inflazione della zona Euro è rimasta stabile a dicembre ma più bassa delle previsioni degli analisti: secondo i dati diffusi dall'Eurostat i prezzi al consumo sono cresciuti dello 0,2% anno su anno, lo stesso tasso registrato a novembre, e gli analisti stimavano un +0,4%.

Dopo un avvio in rialzo per tutti i titoli del Ftse Mib, le vendite a metà seduta colpiscono soprattutto Mps, maglia nera con una perdita del 3%, e il comparto del lusso: Salvatore Ferragamo segna -1,36%, Moncler -1,2%, Luxottica -1,03%, Y-Nap -0,97%. Tra i più comprati dopo il brusco ribasso di ieri ci sono Poste (+2,23%), Finmeccanica (-1,78%), Enel Gp (+1,55%) e Telecom Italia (+1,15%). In buon rialzo Parmalat (+3,9%); Snai cede il 4,5%.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI