cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 11:24
Temi caldi

Salute: acne per 80% adolescenti, 'cure mirate e no al fai-da-te'

14 giugno 2019 | 00.00
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Molto frequente tra i giovani, che la sperimentano in circa 8 casi su 10, l'acne viene spesso sottovalutata o affrontata con soluzioni fai-da-te. Dal 24° Congresso mondiale di dermatologia di Milano (Wcd2019), Gabriella Fabbrocini, direttrice della Clinica dermatologica dell'università Federico II di Napoli, invita a non sottovalutare il problema e rivolgersi allo specialista: "Consiglio di non banalizzare l'acne - ammonisce l'esperta - Non si deve continuare a credere che passi con l'età, perché può lasciare cicatrici invalidanti e può segnare anche psicologicamente il ragazzo. Avere un viso colpito dall'acne può diventare una barriera a livello psicologico nel comunicare con gli altri".

"Gli adolescenti coinvolti sono circa l'80% - sottolinea Fabbrocini - Spesso i dermatologi hanno la frustrazione di non poter immediatamente rispondere alle esigenze del paziente e proprio qui al Congresso mondiale di Milano abbiamo discusso delle novità terapeutiche per combattere questa malattia".

Per esempio "le cosiddette combinazioni fisse che consentono un'applicazione monoquotidiana del farmaco - evidenzia la specialista - Oppure una rivalutazione della isotretinoina che, se gestita bene, può essere tranquillamente mantenuta per lunghi periodi e portare alla guarigione nel 100% dei casi. Infine una gestione dermocosmetica che possa dare maggior fiducia al paziente nei confronti del dermatologo e aumentare l'aderenza terapeutica. Abbiamo analizzato anche le terapie contraccettive, i cosiddetti antiandrogeni che ora entrano prepotentemente nella terapia del paziente acneico soprattutto con l'introduzione di nuove molecole".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza