cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 16:08
Temi caldi

Africa: al via prima fiera ‘made in Italy’ in Ghana

16 giugno 2014 | 13.18
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Verrà presentata il 18 giugno, a Milano, nella sede dello studio legale Spadafora De Rosa la rassegna ‘Ghana Italy Trade & Investment Fair 2014’, prima fiera dei prodotti e servizi made in Italy in Ghana che si svolgerà nella capitale Accra dal 25 al 30 novembre 2014.

Un’iniziativa dell’Africa International Business Consultancy (Aibc), società di consulenza per l’internazionalizzazione e lo sviluppo di progetti di business in Ghana e nel West Africa, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica del Ghana in Italia, i consoli Onorari di Torino, Brescia e Palermo, con il patrocinio del ministero del Commercio e dell’Industria ghanese e il supporto dello Studio Spadafora De Rosa per ciò che concerne i profili legali e fiscali correlati alla partecipazione delle imprese italiane all’evento.

“Stime affidabili fanno del Ghana -ha dichiarato Evelyn Anita Stokes-Hayford, ambasciatrice della Repubblica del Ghana in Italia- uno tra i paesi africani più attraenti dove fare business. Inoltre, nella prospettiva di farne la porta principale dell’Africa dell’Ovest, si stanno compiendo importanti sforzi per rendere il contesto economico sempre più attraente per gli investitori stranieri. La Fiera rappresenta un palcoscenico per favorire la presenza delle aziende italiane in Ghana e rafforzare al contempo i rapporti industriali e commerciali tra i due Paesi”.

Simon Atieku, ministro consigliere per gli affari politici ed economici dell’Ambasciata della Repubblica del Ghana in Italia ha sottolineato come il Ghana abbia tanto in comune con l’Italia, a cominciare dalla passione per il calcio: “Quanto al settore economico e finanziario, le aree dove il Paese mostra le maggiori potenzialità di investimento sono le infrastrutture e le costruzioni, il turismo, la pesca, l’informatica e i servizi alle imprese. Tutti settori dove il governo ha previsto una serie di incentivi statali ed agevolazioni per gli investitori esteri”.

“Per garantire il successo della manifestazione - ha precisato Freda Cooper, Ceo di Aibc (Africa International Business Consultancy) - abbiamo attivato una serie di partnership sia in Italia dove ci avvaliamo della collaborazione dello studio legale Spadafora De Rosa sia a livello istituzionale in Ghana con il ministero degli Affari Esteri, ministero del Commercio e dell’Industria, Ghana Investment Promotion Centre, Borsa del Ghana, Camera di commercio, Export Promotion Council e Association of Ghana Industries”.

“Il rafforzamento degli scambi commerciali tra Italia e Ghana -ha affermato Nicola Spadafora, Founding Partner dello Studio legale internazionale Spadafora De Rosa- è inteso quale priorità dalle istituzioni della Repubblica del Ghana, da sempre sensibili all’eccellenza dei prodotti e servizi contraddistinti dal brand Made in Italy. La nuova Fiera nasce, quindi, da questa esigenza: la creazione di nuove opportunità di cooperazione attraverso l’ulteriore sviluppo della conoscenza del Made in Italy in un mercato emergente, dando al contempo maggiore visibilità al Ghana quale polo di attrazione di sempre maggiori investimenti”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza