cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 16:25
Temi caldi

Agricoltura: dopo polemiche da Toscana olio 'vero' al New York Times

06 febbraio 2014 | 17.36
LETTURA: 2 minuti

I produttori di olio extravergine 'ingaggiano' il ''New York Times'' per sostenere e difendere la trasparenza e la credibilità del Made in Tuscany negli Stati Uniti insieme al diritto del consumatore americano di poter riconoscere e distinguere un prodotto 'vero' da uno prodotto ''falso''.

L'iniziativa porta la firma di Coldiretti Toscana e di Campagna Amica che hanno inviato alla direttrice del ''New York Times'', Jill Abramson, e al vignettista del fumetto-denuncia ''Il suicidio dell'extravergine - L'adulterazione dell'olio di oliva italiano'' e art director del ''New York Times Book Review'', Nicholas Blechman, un set di numero 6 bottiglie di olio extravergine di oliva prodotte on olive raccolte, molite ed imbottigliate in Toscana, di cui 3 con il marchio valoriale Fai (Firmato dagli agricoltori italiani) che garantisce in Italia e all'estero tutti quei prodotti provenienti al 100 per 100 dai campi e dagli allevamenti italiani che rispettano l'etica nei processi produttivi e assicurano per contratto una equa ripartizione del valore tra i vari attori della filiera, e 3 con il marchio Igp (Indicazione Geografica Protetta). Il set è stato messo a disposizione dall'Ol.Ma di Grosseto, una delle più grandi cooperative italiane di produttrici di olio e dal Consorzio per l'Olio Extravergine Toscano Igp.

Dopo le polemiche, le reazioni ed il clamore suscitato in seguito alla pubblicazione delle tanto discusse vignette in tutta l'Italia l'iniziativa di Coldiretti e Campagna Amica punta a trovare un ''alleato'' autorevole per orientale ed educare correttamente il consumatore-lettore americano all'acquisto dei prodotti che si fregiano del tricolore. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza