cerca CERCA
Venerdì 14 Maggio 2021
Aggiornato: 05:18
Temi caldi

Contratti: al via trattative rinnovo per industria alimentare

14 settembre 2015 | 18.30
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Aperte, questa mattina, a Roma, le trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dell'industria alimentare, in scadenza a novembre, che interessa circa 400 mila lavoratori e oltre 54.000 aziende. Al segretario generale Uila, Stefano Mantegazza, il compito di presentare a nome di Fai-Flai-Uila la piattaforma, approvata nello scorso mese di maggio da oltre 1.200 delegate e delegati sindacali. A conclusione dell’incontro sono stati fissati i prossimi incontri: 1, 6 e 7 ottobre.

“Rinnovare questo contratto è un impegno importante che assumiamo con spirito di responsabilità e buon senso - ha detto Mantegazza - forti di un sistema di relazioni sindacali, costruito nel tempo, che ha sempre consentito di individuare equilibri e soluzioni avanzate, anche nel difficile contesto economico che ha caratterizzato gli anni più recenti. La piattaforma di Fai-Flai-Uila parte proprio da questa consapevolezza e guarda al futuro, proponendo nuovi fronti negoziali e nuove scelte strategiche; è fortemente inclusiva quando chiede eguali e maggiori diritti, tutele e formazione per chi lavora nella stessa azienda o quando propone di rivedere le norme sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, adeguandole alle nuove leggi intervenute”.

“Noi vogliamo un contratto che valga per tutti - ha proseguito Mantegazza - e per questo chiediamo la garanzia della continuità occupazionale, in caso di cambio appalto; ci preoccupiamo che nessuno resti indietro, anche quando il lavoro è precario e per questo vogliamo ridefinire la disciplina del tempo determinato; proponiamo un contratto nazionale che duri quattro anni affinché la contrattazione di secondo livello possa svolgere a pieno la sua efficacia. Sul fronte del welfare chiediamo che il sistema della bilateralità del settore si arricchisca di una nuova opportunità: un fondo mutualistico a carico delle imprese che integri la Naspi per chi viene licenziato a due anni dalla pensione”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza