cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 06:53
Temi caldi

Ambiente e Crescita, al via il Festival dell'Economia di Trento

09 settembre 2020 | 15.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Quali politiche possono garantire una crescita economica e allo stesso tempo promuovere attività rispettose dell’ambiente? Come è possibile indurre comportamenti sostenibili a imprese che perseguono principalmente obiettivi di massimizzazione del profitto? A partire da questi e tanti altri temi prenderà il via la quindicesima edizione del Festival dell’Economia di Trento.

Quest’anno un’edizione speciale, completamente online sul sito del Festival www.festivaleconomia.it e sui social collegati. Quaranta incontri, dal 24 al 27 di settembre, con gli economisti che maggiormente hanno contribuito alla ricerca e alla definizione di strategie di politica economica su questi temi.

Il tema scelto, 'Ambiente e Crescita', è quanto mai centrale, non solo per la necessità di intervenire prima che i cambiamenti climatici diventino irreversibili, ma anche per rilanciare le nostre economie dopo la crisi della pandemia. Giovedì 24 settembre alle 15 l’inaugurazione on line con il presidente della Provincia Autonoma di Trento insieme al sindaco della Città di Trento e al Rettore dell’Università di Trento Paolo Collini.

Seguiranno gli interventi dell’Editore Giuseppe Laterza, del coordinatore del Comitato Editoriale Innocenzo Cipolletta, del responsabile della Ricerca e Chief Economist di Intesa Sanpaolo Gregorio De Felice e del Direttore Scientifico del Festival Tito Boeri che illustrerà il programma di questa edizione che può contare su sei Nobel per l’Economia tra i relatori.

Tra gli incontri di apertura quello con Esther Duflo, Premio Nobel nel 2019 insieme al marito Abhijit V. Banerjee con cui ha scritto il libro appena pubblicato in Italia Una buona economia per tempi difficili. Ma ci sarà anche Angus Deaton (Nobel, 1984), che chiuderà il Festival con una lectio sul disastro economico-sociale causato dalla pandemia negli Stati Uniti. Il Premio Nobel (2018) Robert Nordhaus, noto proprio per i suoi studi sul cambiamento climatico, discuterà l’efficacia o meno dell’introduzione di una carbon tax.

Robert Shiller (Nobel, 2013) illustrerà la centralità delle narrazioni e, quindi, il ruolo fondamentale dei media nella definizione delle scelte dei consumatori. Micheal Spence (Nobel, 2001) dialogherà con Robert Jhonson sulle innovazioni che si producono in un momento di crisi come quella che stiamo vivendo oggi. Lars Peter Hansen (Nobel, 2013) illustrerà come la teoria dei giochi può essere d’aiuto nelle scelte politiche per fronteggiare il riscaldamento globale.

Tra gli ospiti italiani, il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco che discuterà sulle prospettive e le sfide che attendono l’economia italiana. Piero Angela parlerà dell’importanza della tecnologia nel definire il nostro futuro mentre Federico Rampini proporrà una lezione provocatoria 'Xi Jin Ping contro Greta'. Molti altri economisti, scienziati, storici e filosofi discuteranno su come ripensare il nostro rapporto con l’ambiente rilanciando allo stesso tempo le nostre economie.

Non mancheranno gli Incontri con l’Autore a cura di Tonia Mastrobuoni, con invitati tra cui, il ministro per gli Affari Europei, Enzo Amendola, la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein ma anche, tra gli altri, Sergio Rizzo, Paolo Guerrieri, Pier Carlo Padoan, Chiara Valerio, Linda Laura Sabbadini, Stefano Nespor, Elisabetta Rosaspina. Alle 12, da venerdì a domenica, i Forum del Festival saranno moderati da Massimo Gaggi e tratteranno tematiche quali la corporate sustainability, le tecnologie green e la finanza per l’ambiente.

Il Festival dell’Economia è promosso dalla Provincia Autonoma di Trento, dal Comune di Trento e dall’Università di Trento. Ideato e progettato dagli Editori Laterza con la direzione scientifica di Tito Boeri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza