cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:52
Temi caldi

Attacco a Vienna, cinque morti e numerosi feriti

03 novembre 2020 | 07.12
LETTURA: 2 minuti

Uno dei sospetti attentatori aveva annunciato l'azione sui social. Arrestato un sospetto a Linz

alternate text
(Afp)

Sarebbero cinque i civili uccisi, nell'attentato di terroristico di questa notte a Vienna. Lo riporta l'emittente oe.24.at sul suo sito, spiegando che con l'attentatore, il bilancio dei morti è ora di sei. I feriti sono 17 civili. Il direttore sanitario di Vienna, Michael Binder, ha precisato alla radio austriaca che sei delle diciassette persone ricoverate in ospedale, sono in pericolo di vita. Tutti i feriti sono stati colpiti da armi da fuoco. Rimangono stabili, ma critiche le condizioni del poliziotto ricoverato in terapia intensiva.

Uno dei sospetti attentatori aveva annunciato l'azione su Instagram. Nel suo post, il sospetto aveva pubblicato diverse foto in cui appariva armato e aveva giurato fedeltà al leader dello Stato Islamico (Isis) Abu Ibrahim al-Hashimi al-Qurashi.

L'Apa, l'agenzia di stampa austriaca, che cita il ministro dell'Interno Karl Nehammer, ha reso noto che l'attentatore ucciso aveva 20 anni, era originario della Macedonia del nord ed aveva precedenti penali per associazione di stampo terroristico. Oltre alla cittadinanza austriaca aveva anche quella della Macedonia del nord, ha aggiunto. Era armato con una cintura esplosiva e un'arma automatica, una pistola e un machete per "questo vile attacco contro cittadini innocenti", ha detto il ministro dell'interno, che in precedenza aveva parlato di "una persona radicalizzata'', un simpatizzante dello Stato Islamico (Isis).

"L'attentatore è stato neutralizzato alle 20.09", ha dichiarato il capo della polizia austriaca Gerhard Puerstr nel corso di una conferenza stampa a Vienna, spiegando che ''le unità di pronto intervento sono entrate in azione velocemente e la fase caotica dopo gli attentati è durata molto poco''. La cintura esplosiva con la quale è stato trovato ''era un falso''. Gli altri risultano in fuga.

Intanto un uomo, presumibilmente legato all'attacco, sarebbe stato arrestato oggi a Linz. Lo riportano diversi media. La polizia non lo ha confermato per il momento, ma lo ha fatto indirettamente il vicesindaco di Linz Markus Hein. "Questo arresto dimostra che Linz non è protetta dalla minaccia del terrorismo islamista", ha affermato Hein in una dichiarazione. "Gli islamisti noti alle autorità devono essere espulsi immediatamente", ha aggiunto Hein citato dal Kurier. In precedenza, la polizia ha spiegato su Twitter che, oltre alle perquisizioni nell'abitazione dell'attentatore che è stato ucciso, sono state perquisite altre 15 abitazioni ed effettuati diversi arresti. Sono ''ore difficili'' per Vienna e l'Austria, ha proseguito Puerstr, ringraziando per la ''collaborazione tutte le forze della sicurezza''

Il governo austriaco ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, prevedendo che a mezzogiorno si tenga un minuto di silenzio in tutte le istituzioni in ricordo delle vittime. Il minuto di silenzio verrà osservato anche domani in tutte le scuole dell'Austria.

Vienna, l'attentatore in azione - Video

Vienna, spari alla Sinagoga: "Mein Gott" - Il video

Attacco a Vienna, governo: "Terrorismo"

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza