cerca CERCA
Lunedì 18 Gennaio 2021
Aggiornato: 01:49

Bonus vacanze, è flop: solo 2 italiani su 10 lo userà

17 giugno 2020 | 14.54
LETTURA: 2 minuti

Sondaggio Swg-Confesercenti anticipato all'Adnkronos

alternate text
(Fotolia)
Roma, 17 giu. (Adnkronos)

di Cristina Armeni
Il Bonus vacanze non affascina gli italiani. L'opportunità prevista dal decreto Rilancio di usufruire di un contributo fino a 500 euro per le famiglie che andranno in vacanza in Italia viene colta solo da 2 connazionali su 10 (21%). È quanto emerge da un sondaggio condotto da Swg con Confesercenti, anticipato all'Adnkronos, su un campione di consumatori distribuiti sul territorio nazionale a proposito di questa misura indirizzata alle famiglie, ma anche alle coppie e ai single (rispettivamente 300 euro e 150 euro) con Isee fino a 40.000 euro.

Inoltre, dal sondaggio risulta che per la metà degli intervistati (il 51%) la decisione di utilizzarlo non è maturata, mentre un 28% dichiara di essere indeciso in merito. Ma come mai solo il 21% degli italiani vorrebbe usufruire di questo contributo?

E' probabile che l'incertezza giochi a sfavore. Il recepimento delle informazioni su come richiedere e ottenere il bonus è ancora limitato: il 57% degli intervistati afferma infatti di non essere informato a sufficienza sulle modalità e i requisiti per la fruizione. Del resto, il Bonus vacanze potrà essere richiesto e sarà erogato esclusivamente in forma digitale ma, al momento, non è ancora possibile accedere al beneficio. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate c'è scritto: "presto ti forniremo indicazioni precise sull’app per smartphone a cui dovrai accedere per ottenerlo".

Per usufruirne, comunque, è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale Spid o della Carta d’Identita Elettronica.

Inoltre, al ricerca evidenzia ancora questa scarsa propensione a usufruire del bonus: alla domanda 'andrebbe in vacanza se non ci fosse il bonus', il 43% del campione risponde affermativamente, mentre un altro 36% si mostra indeciso sulla scelta di prenotare una meta vacanziera per l’estate ed il 21% dichiara, infine, che senza il contributo rinuncerebbe. In particolare, sono le persone residenti in centri medio-piccoli e di condizione economica media a pensare di utilizzarlo. Sono i giovani a dimostrare una maggiore disponibilità e chi è in una condizione economica positiva. Come dire chi ha proprio voglia di muoversi e chi aggiunge il bonus a una sua esistente capacità economica.

Il Bonus vacanze è per i vacanzieri che prenotano presso strutture ricettive italiane ed è utilizzabile a partire dal primo luglio fino al 31 dicembre 2020, all'80% come sconto immediato sul costo del soggiorno e al 20% come detrazione. Sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza