cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 14:26
Temi caldi

Calcio: Di Francesco, abbiamo il 50% di possibilita' di salvarci

07 aprile 2014 | 10.27
LETTURA: 5 minuti

"Non ho mai visto un Sassuolo allo sbando, ne' con la Roma ne' a Udine meritavamo quello che e' stato poi il responso del campo. La squadra e' viva, c'e', ha voglia di giocarsela fino alla fine e la dimostrazione e' la gara con l'Atalanta, interpretata sotto tutti gli aspetti nel migliore dei modi. Abbiamo il 50% di possibilita' di salvarci, io ci credo ed e' per questo che sono tornato qui e ci devono credere anche i miei ragazzi". Eusebio Di Francesco, tecnico del Sassuolo, crede fermamente nella sua squadra e nelle possibilità di salvezza dopo il successo contro una lanciatissima Atalanta. Decisivi i prossimi scontri diretti con Cagliari e Chievo Verona. "Quando ci sono ancora tanti punti a disposizione e c'e' la possibilita' di giocarsela, e' giusto crederci fino alla fine. Avremo due gare importanti contro il Cagliari, che e' ancora invischiato nella lotta, e con il Chievo, sfide determinanti per il nostro futuro e le nostre prospettive", ha aggiunto il tecnico a Radio Anch'Io Sport. Nel girone di ritorno il Sassuolo è cresciuto molto nel modo di affrontare le sfide in Serie A. "Rispetto all'inizio del campionato il Sassuolo e' cresciuto molto anche perche' quando siamo partiti pochi giocatori avevano fatto la serie A e questo impatto, questa differenza di categoria l'abbiamo subita, partendo con 4 sconfitte consecutive, eravamo un po' indietro anche come infrastrutture, ma ora questo gap l'abbiamo recuperato. Un esempio? Magnanelli, il capitano, e' in continua crescita". Di Francesco è stato prima esonerato e poi richiamato, sottolineando che la voglia di rivalsa è determinante in questi casi: "c'è voglia di dimostrare che si sono sbagliati ma bisogna anche tornare con la testa giusta, con la rabbia di fare bene, non indispettito". Del resto in Italia i risultati e non il gioco sono alla base di tutto. "Per i giudizi ci si basa sui risultati e questo si ripercuote anche su quelle società che hanno grandissimo equilibrio e che raramente cambiano allenatore come il Sassuolo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza