cerca CERCA
Giovedì 04 Marzo 2021
Aggiornato: 20:52
Temi caldi

"Chico Forti tornerà in Italia", annuncio di Di Maio

23 dicembre 2020 | 18.21
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

"Chico Forti tornerà in Italia". E' l'annuncio del ministro degli esteri, Luigi Di Maio. Enrico 'Chico' Forti, 61 anni, è detenuto in un carcere di massima sicurezza di Miami ormai da più di venti anni. Il 15 giugno 2000 l'ex produttore televisivo è stato condannato all'ergastolo per un delitto del quale si è sempre professato innocente.

"Ho una bellissima notizia da darvi: Chico Forti tornerà in Italia. L’ho appena comunicato alla famiglia e ho informato il presidente della Repubblica e il presidente del Consiglio", dice Di Maio su Facebook, definendo il suo ritorno "un bel regalo di Natale per lui, la famiglia e l'Italia". "Il Governatore della Florida ha infatti accolto l’istanza di Chico di avvalersi dei benefici previsti dalla Convenzione di Strasburgo e di essere trasferito in Italia", aggiunge il ministro degli Esteri.

Chico Forti, 61 anni: dal 2000 in carcere in Florida

Rientro Chico Forti, la mamma: "Sono emozionatissima"

"Si tratta di un risultato estremamente importante, che premia un lungo e paziente lavoro politico e diplomatico. Non ci siamo mai dimenticati di Chico Forti, che potrà finalmente fare ritorno nel suo Paese vicino ai suoi cari", scrive Di Maio.

"Sono personalmente grato al Governatore DeSantis e all'Amministrazione Federale degli Stati Uniti. Un ringraziamento speciale al Segretario di Stato Mike Pompeo, con il quale ho seguito personalmente la vicenda e con il quale ho parlato ancora nel fine settimana, per l’amicizia e la collaborazione che ha offerto per giungere a questo esito così importante", aggiunge il responsabile della Farnesina. "L'italia ha un grande alleato negli Stati Uniti, ha una grande amicizia con gli Stati Uniti e questo ce lo dobbiamo ricordare sempre perché il lavoro fatto quest'anno è stato un lavoro che ha dimostrato che il segretario di stato Mike Pompeo, l'amministrazione degli Stati Uniti erano vicini all'Italia".

"Il Governo seguirà ora i prossimi passi per accelerare il più possibile l’arrivo di Chico. Erano vent’anni che aspettava questo momento e siamo felici per lui, per i suoi cari, per la sua famiglia, per tutta la città di Trento. È un momento commovente anche per noi".

"Siamo arrivati fin qui con uno sforzo che ha coinvolto tutti. Non posso che ringraziare tutti quelli che ci hanno lavorato, il corpo diplomatico italiano, il lavoro straordinario della Farnesina, un lavoro anche del Parlamento, importante in tutti questi anni, anche il presidente Imposimato, che ha seguito questa vicenda finché è stato in vita. Quello che posso dire è che queste cose ripagano tutto il lavoro che facciamo".

Quello per Chico Forti è stato "un lavoro silenzioso, come abbiamo fatto per i pescatori, per Silvia Romano, per tante e tante persone che quest'anno abbiamo riportato a casa: sette rapiti all'estero, non ci sono piu rapiti all'estero di nazionalità italiana in questo momento. E' un lavoro silenzioso, dovuto ad un lavoro che fanno sottoterra le nostre diplomazie e che facciamo come ministero degli esteri".

"Il prossimo ritorno in Italia di #ChicoForti è davvero una bella notizia" twitta il premier Giuseppe Conte. "Un ringraziamento al Ministro @luigidimaio e a tutto il corpo diplomatico italiano per la determinazione e l'impegno che hanno permesso di raggiungere questo importante risultato".

"Il ritorno di Chico Forti in Italia è una bellissima notizia che accolgo con grande soddisfazione" dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati. "Si chiude così una lunga e drammatica vicenda sulla quale la mia attenzione è stata sempre alta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza