cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 14:25
Temi caldi

Conte: "A Mattarella ho riferito esigenza di Paese in sofferenza"

31 marzo 2022 | 16.46
LETTURA: 2 minuti

"Continueremo a sostenere il governo, M5S responsabile verso il Paese"

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

Incontro al Quirinale tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il leader del M5S, Giuseppe Conte. Un colloquio informativo come quelli che avvengono di solito tra il Presidente della Repubblica e i leader dei partiti politici, lo descrivono fonti del Quirinale, svoltosi, assicurano le stesse fonti, in un clima disteso e costruttivo.

Leggi anche

"Al Presidente Mattarella ho riportato le esigenze del Paese, per come viene riferita dai cittadini, dagli imprenditori, dai lavoratori, dalle associazioni professionali e di categoria. Una situazione di grande sofferenza, di grande difficoltà. Il Paese sta soffrendo e noi che abbiamo una responsabilità politica dobbiamo subito costruire un sistema di interventi, da non rinviare" ha detto Conte, rientrando nella sede del Movimento dopo l'incontro al Quirinale con il Capo dello Stato.

"Più tardi si interverrà - prosegue - più la sofferenza potrebbe tramutarsi in famiglie che non arrivano a fine mese, come già successo, che non possono pagare le bollette, imprese che chiudono, esercizi che tirano giù le saracinesche, fabbriche che possono chiudere i cancelli. C'è una forte, viva preoccupazione e ovviamente anche un contesto internazionale molto preoccupante". Con Mattarella "abbiamo ragionato molto di politica internazionale, abbiamo condiviso le preoccupazioni rispetto a un conflitto che sta continuando" e su come "l'Italia possa dare un contributo per una soluzione pacifica di questo conflitto".

"Il M5S è il partito di maggioranza relativo e pone questioni politiche - ha detto Conte - Abbiamo dimostrato responsabilità nel periodo più duro della pandemia, lo abbiamo dimostrato dando sostegno a questo governo. Continueremo a dimostrare grande disponibilità e responsabilità, ma non verso il governo verso il Paese, continuando a sostenerlo. Non rinunciamo ad affermare le nostre posizioni, le nostre preoccupazioni".

"Nessuno si permetta di parlare di bandierine, nessuno si permetta di parlare di polemiche strumentali. Noi vogliamo contribuire alle soluzioni e siamo fortemente preoccupati per questa situazione", ha aggiunto.

Con Letta "ci siamo sentiti ieri, ci continueremo a sentire. Ci confrontiamo come persone perbene e molto serie. Ciò non toglie che c'è un aspetto politico: dobbiamo rispettarci a vicenda. Noi rispettiamo gli altri e pretendiamo di essere rispettati - ha ribadito - Si parte dal principio della pari dignità. Se si parte dal principio del riconoscimento della rispettiva autonomia, noi possiamo sicuramente rendere molto proficuo il nostro dialogo", ha detto ai cronisti il leader M5S, durante un punto stampa.

L'impegno del M5S è quello di arrivare a fine legislatura? "Assolutamente sì. Bisogna smetterla di attribuire al Movimento e a me, per ogni posizione chiara che assumiamo, il recondito pensiero di creare una crisi di governo. Non lavoriamo per questo", ha sottolineato Giuseppe Conte.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza