cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 14:45
Temi caldi

Moda

Corneliani, la maggioranza finisce agli arabi di Investcorp

21 giugno 2016 | 13.14
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Corneliani

Un altro pezzo di made in Italy finisce all'estero. Infatti il fondo arabo Investcorp ha acquisito la partecipazione di maggioranza di Corneliani. L'enterprise value del brand è di circa 100 milioni di dollari, dunque l'investimento del fondo è di almeno 50 milioni di dollari. Lascia l'amministratore delegato e fondatore, Carlalberto Corneliani, insieme ai due figli (Sergio e Maurizio), mentre restano in sella a fianco del fondo i nipoti (Corrado e Cristiano, entra Stefano).

“Dopo oltre 60 anni impegnati nella crescita di Corneliani, penso che per me sia arrivato il momento di affidare la società ad un custode fidato che possa sviluppare la visione e continuare il viaggio che ho iniziato con mio fratello (Claudio) nel 1958. Sono certo che Investcorp - ha detto Carlalberto Corneliani - sia il miglior partner possibile e non ho dubbi che sarà in grado di sviluppare questo business per far diventare la società uno dei leader di mercato, come è accaduto con le storie di successo che sono stati in grado di realizzare con Gucci, Tiffany & Co e Dainese".

Corneliani - uno dei marchi sartoriali di riferimento per uomo - impiega circa 1.100 persone e può contare su una presenza commerciale in 68 paesi attraverso 10 negozi di proprietà, circa 850 punti vendita multi brand, più di 75 negozi in franchising e 50 store-in-store, tra cui Harrods, Harvey Nichols, Saks Fifth Avanue e Bloomingdales. Nel 2015, la società ha registrato ricavi superiori ai 110 milioni.

Hazem Ben-Gacem, responsabile Corporate Investment di Investcorp per l’Europa, ha assicurato che "grazie alla nostra ampia esperienza nello sviluppo di società familiari nel settore della moda di lusso, riteniamo di essere ben posizionati per incrementare la notorietà del brand e per accrescere il valore della società, seguendone i piani di espansione internazionale sia nei nuovi mercati che in quelli già esistenti. Non vediamo l’ora di lavorare con la famiglia Corneliani, di cui condividiamo le ambizioni e i valori, oltre che con il management team”. Investcorp è stato assistito da Banca Imi per quanto riguarda gli aspetti di M&A e da Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners per gli aspetti legali dell’operazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza