cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 15:12
Temi caldi

Coronavirus, Marcucci: "Strategia Salvini è folle"

19 marzo 2020 | 13.49
LETTURA: 2 minuti

Il presidente dei senatori Pd: "Ascolti Mattarella, devastante dividerci ora"

alternate text
Fotogramma

"La strategia di Salvini è folle". Non usa mezzi termini il presidente dei senatori Pd, Andrea Marcucci, dopo la tesissima conferenza dei capigruppo di ieri al Senato. "Ci ripensi. Berlusconi e Meloni lo convincano. Fare le barricate al decreto in questo momento, significa soltanto fare un danno al Paese", dice il presidente dei senatori dem all'Adnkronos.

Presidente Marcucci, che è successo ieri in capigruppo? "Il Pd, con l’accordo di tutti i capigruppo, aveva proposto un iter veloce ed approfondito dei testi del governo, con la convocazione della sola commissione di bilancio". Ma la Lega ha detto no... "La strategia folle della Lega porta al voto dell’Aula solo perché è contraria al calendario ed al parere consultivo di tutte le commissioni. Come se fosse un decreto normale, in un Paese normale. Salvini parli di più con i Presidenti di Regione e gli amministratori del Nord e soprattutto cambi idea".

Per Marcucci quella di Salvini "è una strategia folle quella decisa da Salvini, ha ancora qualche ora per ripensarci. Fare le barricate al decreto in questo momento, significa soltanto fare un danno al Paese". Presidente, la tregua per l'emergenze Coronavirus è già finita? "Spero di no, abbiamo bisogno più che mai di unità. Berlusconi e Meloni, che hanno spesso usato toni diversi, convincano Salvini a fare marcia indietro. A chi conviene mettere in difficoltà il governo su un decreto che stanzia 25 miliardi al Paese che ne ha un bisogno disperato?". Oggi il presidente Sergio Mattarella ha sentito Salvini, ritiene che il Colle sia preoccupato per le tensioni tra forze politiche? "Il Capo dello Stato è sicuramente avvertito dei rischi che corre il Paese se la politica offre un’altra immagine devastante delle sue insensate divisioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza