cerca CERCA
Martedì 13 Aprile 2021
Aggiornato: 00:18
Temi caldi

Covid, Salvini: "Si rischia di morire di alienazione, pasticche e chiusure"

24 febbraio 2021 | 16.51
LETTURA: 2 minuti

Il leader leghista: "Riapertura graduale condivisa da Draghi. I vaccini? Produciamoli, non dipendiamo dai capricci degli altri"

alternate text
(Fotogramma)

"Si rischia di morire di alienazione, pasticche e di chiusure". Così Matteo Salvini, a 'oggi è un altro giorno', su Rai 1. "La salute viene prima di tutto - dice - ma occorre stare attenti senza allarmare e terrorizzare. Apro la tv e vedo un virologo che dice 'stiamo tutti per morire'. Basta!". Poi sul Cts aggiunge: "Si può fare il rodaggio alla macchina, lasciamo a Draghi la decisione, ma la domanda è: ha funzionato tutto in questo anno? Secondo me no".

E insite su una "riapertura graduale in sicurezza per un ritorno al lavoro e alla vita di categorie che sono ferme da mesi". E, sottolinea Salvini, "penso sia una cosa condivisa anche dal premier".

Quanto ai vaccini il leader leghista spinge per la produzione. "I vaccini ti mettono in sicurezza, domani Giorgetti ha invitato le case farmaceutiche, ci siamo detti 'produciamoli'. Servono quattro mesi, prima parti e prima produci. Sovranità vaccinale, mi verrebbe da dire, non dipendiamo dai capricci degli altri".

Quanto al vaccino russo, "se lo Sputnik funziona, come ha detto ieri Burioni, allora penso che possa essere usato. Prima i vaccini arrivano meglio è", dice ancora riferendosi anche al monodose Johnson & Johnson.

Il leader del Carroccio dice invece no ai passaporti vaccinali. "No, perché io non sono per l'obbligo vaccinale, ci sono poi tante persone che non si possono neanche vaccinare. Si rischia - avverte - di discriminare chi non lo fa".

Sul futuro del governo poi è netto: "A me interessa che il governo parta veloce e faccia bene le tre cose che deve fare bene: salute, lavoro e ritorno alla vita. Io - assicura - ci metto l'anima che vada bene a lungo". Orizzonte di legislatura per Draghi? "Io sono abituato a ragionare, in questo periodo di virus, di settimana in settimana, di azienda in azienda, c'è il problema Alitalia, gli ambulanti di Roma...". Il governo "non è ancora partito, alcuni ministeri ancora non hanno la sede fisica", conclude Salvini.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza