cerca CERCA
Martedì 18 Maggio 2021
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Crisi covid, Istat: "Più colpiti camerieri, cuochi e commessi"

24 novembre 2020 | 13.12
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

''Tra le figure professionali più colpite'' dalla crisi economica provocata dal coronavirus, e dalle misure di contenimento, ''spiccano camerieri, baristi, cuochi, commessi ed esercenti delle vendite al minuto, collaboratori domestici e badanti; tra le poche professioni in crescita si segnalano invece i tecnici programmatori o elettronici e gli addetti alle consegne''. Lo afferma l'Istat nel corso dell'audizione sulla legge di bilancio 2021, nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Nel complesso, secondo l'Istituto di statistica, ''gli effetti della crisi occupazionale dovuta all’emergenza sanitaria si sono in prevalenza ripercossi sulle componenti più vulnerabili del mercato del lavoro (giovani, donne e stranieri), sulle posizioni lavorative meno tutelate e nell’area del Paese che già prima dell’emergenza mostrava le condizioni occupazionali più difficili, il Mezzogiorno''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza