cerca CERCA
Venerdì 12 Luglio 2024
Aggiornato: 16:56
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Influenza: quanto durano i sintomi e come alleviarli

Influenza: quanto durano i sintomi e come alleviarli
24 gennaio 2024 | 19.12
LETTURA: 2 minuti

In collaborazione con: Farmacia Guacci

Durante il periodo autunno-invernale, sono diversi i virus che cominciano a circolare nell’aria e, una eventuale compromissione dell’efficienza del proprio sistema immunitario, può portare alla contrazione di classici disturbi come l’influenza.

Ma come è possibile riconoscere tale disturbo e quanto durano i sintomi? Scopriamolo insieme.

Quali sono e quanto durano i sintomi dell’influenza

Di solito, il decorso dell’influenza va da una settimana a dieci giorni, a volte anche meno, spesso in base a quanto è forte il proprio sistema immunitario.

I sintomi caratteristici comprendono una improvvisa febbre alta, tosse, spesso di tipo secco, e dolori muscolari. Altri segnali comuni includono mal di testa, brividi, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola e, nei bambini, potrebbero manifestarsi sintomi aggiuntivi come nausea, vomito e diarrea.

L'influenza può chiaramente variare in gravità, e alcune categorie di persone, come i neonati e gli individui anziani, presentano un rischio maggiore di sviluppare complicanze serie, tra cui polmonite virale, polmonite batterica secondaria e il peggioramento di eventuali condizioni mediche preesistenti.

Come alleviare i sintomi dell’influenza

 

Quando si contrae un virus influenzale, è di primaria importanza riposare e garantirsi un'adeguata idratazione, specialmente in presenza di elevata temperatura corporea e sudorazione.

Per affrontare l'influenza in modo naturale, è consigliabile ricorrere a uno stile di vita salutare, caratterizzato da un regime alimentare bilanciato e una buona igiene personale. Come molti sanno, un adeguato apporto di vitamina C può essere efficace per la sua capacità di stimolare la produzione di interferone, insieme allo zenzero, che non solo attiva il metabolismo ma fornisce anche significative quantità di vitamina B6, folati, antiossidanti e agenti antinfiammatori naturali.

La cura della flora batterica intestinale è altrettanto importante ed è bene ricorrere all’assunzione di fermenti lattici e probiotici da fonti come yogurt e kefir è fondamentale, così come la produzione di vitamina D attraverso l'esposizione al sole e l'integrazione di omega 3 tramite il consumo di salmone, noci e uova. Tra i medicinali, viene spesso indicata la Tachipirina 500mg, un analgesico e antipiretico a base di paracetamolo, formulato per dare sollievo in caso di dolore lieve o moderato, e per combattere i sintomi influenzali. La sua funzione antipiretica è efficace in caso di affezioni febbrili mentre quella analgesica riduce i sintomi come il mal di testa.

Parallelamente, esistono altri farmaci indicati per il trattamento di condizioni influenzali, con benefici decongestionanti sulle vie aeree superiori, comunemente a base di Ibuprofene e Pseudoefedrina.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza