cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 07:38
Temi caldi

Da fine giugno a Fiumicino ci si sposa anche in spiaggia

03 giugno 2014 | 17.33
LETTURA: 2 minuti

Una recente delibera della Giunta del comune alle porte di Roma consente a chiunque di celebrare le nozze al di fuori delle sedi istituzionali. Fiori d’arancio quindi in parchi, castelli, agriturismi e perfino in riva al mare

alternate text
(foto Infophoto) - INFOPHOTO

Da oggi nel Comune di Fiumicino sarà possibile sposarsi in riva al mare, ma anche all'interno di parchi, castelli, agriturismi e altri luoghi d'incanto presenti sul nostro territorio. È quanto stabilito da una recente delibera di Giunta, che consente a chiunque voglia, la possibilità di sposarsi in spazi diversi dalle attuali sedi comunali. ''Già da fine giugno contiamo di poter celebrare i primi riti sulle spiagge del nostro splendido territorio cercando di arrivare al raddoppio delle richieste di matrimoni'', dice il sindaco Esterino Montino.

Fino a questo momento non era stato possibile concretizzare questa possibilità per un'interpretazione restrittiva dell'articolo 106 del codice civile che impediva le celebrazioni civili nei cosiddetti luoghi aperti al pubblico. Ma a seguito di una circolare del Ministero dell'Interno e di un parere del Consiglio di Stato è stato dato il via libera a un'interpretazione della stessa norma più coerente con la realtà sociale e la richiesta di celebrazione dei matrimoni civili anche in siti aperti al pubblico, come appunto spiagge, dimore storiche, parchi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza