cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:35
Temi caldi

Serie A

Decide Lautaro, cori contro Koulibaly

27 dicembre 2018 | 07.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp) - AFP

Decide tutto Lautaro Martinez nella 18esima giornata della Serie A, portando l'Inter a -5 dal Napoli dopo aver vinto all'ultimo miglio sui partenopei, scivolati a -9 dalla Juve. Dopo un primo tempo a reti bianche e un Napoli poco pericoloso ma combattivo, è il finale di partita a farsi infuocato, con la doppia espulsione per la squadra di Ancelotti di Koulibaly e Insigne, mentre Lautaro Martinez mette a segno un gol al 91'.

Ma anche dopo il triplice fischio, il nervosismo non abbandona il campo. A lasciare l'amaro in bocca i cori razzisti indirizzati al difensore azzurro Kalidou Koulibaly da parte dei tifosi interisti. Cori che sono continuati nonostante lo speaker abbia richiamato più volte i tifosi evocando il rischio di sospendere la partita. "Mi dispiace la sconfitta e soprattutto avere lasciato i miei fratelli - ha scritto su Twitter Koulibaly subito dopo il match -. Però sono orgoglioso del colore della mia pelle. Di essere francese, senegalese, napoletano: uomo".

A intervenire sulla vicenda, nel post partita, anche l'allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, che ai microfoni di Sky Sport ha commentato: "Abbiamo chiesto per tre volte la sospensione della partita per gli ululati a Koulibaly. Sono stati fatti gli annunci dallo speaker, ma la partita è andata avanti. Ci sono stati ululati per tutta la partita e il giocatore non è stato lucidissimo - ha sottolineato il ct degli azzurri -. Al momento dell'espulsione era nervoso e il suo stato d’animo non era dei migliori. Solitamente è educato e professionale, ma lui tiene molto a queste cose. Vogliamo sapere quando una partita può essere interrotta. Altrimenti ci fermiamo noi la prossima volta, non importa se ci danno la partita persa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza