cerca CERCA
Mercoledì 28 Luglio 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Delrio: "Se passa mozione sfiducia a Bonafede si apre vera crisi"

19 maggio 2020 | 14.08
LETTURA: 3 minuti

Così il capogruppo del Pd alla Camera alla vigilia del voto: "Confido che le cose si sistemeranno dopo l'intervento del ministro. Crimi: "Sono convinto che la maggioranza voterà compatta". Italia Viva ago della bilancia, Bellanova: "Lo ascolteremo e decideremo"

alternate text
(Foto Fotogramma)

"Se passa la mozione" di sfiducia a Bonafede "si apre una vera crisi, non c'è dubbio. Non si può pensare che con il ministro della Giustizia, capo del principale partito in Parlamento, la cosa si risolve con una pacca sulla spalla". Lo ha detto il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio a 'Un giorno da pecora'. I senatori di Italia viva "possono recitare una preghiera, un Padre nostro, non ci indurre in tentazione. Spero non si facciano tentare, non avrebbe alcun significato per il Paese in un momento così difficile. Confido che le cose si sistemeranno dopo l'intervento del ministro", ha detto ancora Delrio. "Nessuno vuole togliere credibilità ai nostri colleghi di Italia viva, però certamente preferiremmo che certe discussioni non diventassero così aspre e da ultimatum", ha aggiunto il capogruppo del Pd alla Camera che poi ha ribadito: "Sono sereno, penso si possa superare. Sono abbastanza in pace".

L'Aula del Senato esaminerà le mozioni di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia domani dalle 9.30.

Le mozioni di sfiducia presentate dal centrodestra e da Emma Bonino a nome di +Europa, che verranno discusse domani al Senato, "credo che siano solo un attacco strumentale al governo. Sono stupito che nel momento in cui il Paese sta pensando a come ripartire, si voglia mettere il Parlamento nell'imbuto di una mozione di sfiducia verso il ministro della Giustizia", ha affermato dal canto suo il capo politico del M5s, Vito Crimi, ospite di "Start" su Sky Tg24. Aggiungendo: "Comunque sono convinto che la maggioranza voterà compatta. Bisogna dirlo con chiarezza, il ministro Bonafede è il nostro capo delegazione al governo ed è un ministro importante. Quindi, se qualcuno dalla maggioranza ritiene di votare la sfiducia a Bonafede, è come se votasse la sfiducia al governo. Credo che sia abbastanza evidente, per cui sono convinto che non ci saranno sorprese".

"Spero che nessuno speri di sfiduciare il ministro della Giustizia sulla base della telefonata di un magistrato ad una trasmissione televisiva", dice il vice presidente dei senatori del Pd Franco Mirabelli alla vigilia del voto. "Non abbiamo nessuna ragione di dubitare della ricostruzione fatta dal ministro, non ci sono né colpevoli né innocenti -spiega Mirabelli all'Adnkronos-. C'è un tema che riguarda gli arresti domiciliari di troppi detenuti per reati di mafia. Non è stata una scelta del ministro, non è frutto di scelte della maggioranza, è la conseguenza di una gestione del Dap che non è stato in grado di interloquire con la Dda né di fornire ai magistrati di sorveglianza agli arresti domiciliari".

"Su Bonafede abbiamo presentato un testo di sfiducia come centrodestra, un altro testo con la prima firma della Bonino, è stato presentato, noi voteremo entrambe le mozioni", fa sapere il vicepresidente azzurro Antonio Tajani aggiungendo: "Sono stati commessi molti errori, voteremo convintamente".

L'ago che farà pendere la bilancia a favore o a sfavore del Guardasigilli saranno domani i 17 senatori di Italia Viva, tra i quali il leader Matteo Renzi. Senza di loro l'attuale maggioranza che sostiene il governo può contare su 151 voti: 96 del Movimento 5 stelle, 7 del Gruppo Misto, 5 di Leu, 2 del Maie e 6 delle Autonomie. Da considerare che Gregorio De Falco si è però astenuto in occasione della fiducia sul decreto legge 'Cura Italia'.

"Noi ascolteremo Bonafede, abbiamo posizioni diverse e il giustizialismo non è la nostra cultura politica. In queste ore il gruppo si sta confrontando; domani ascolteremo il ministro e valuteremo sulla base degli impegni che assumerà", fa sapere Teresa Bellanova, ministra per le Politiche Agricole.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza