cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 21:00
Temi caldi

Didattica digitale efficace ha migliorato rapporti con famiglia

04 dicembre 2020 | 14.19
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Afp) - AFP

Una didattica digitale efficace ha contribuito a migliorare i rapporti scuola-famiglia. E’ quanto emerge dall’Osservatorio ‘Ora di Futuro’, che ha affidato la valutazione dell'impatto sociale generato dal progetto educativo al gruppo di ricerca Tiresia (Politecnico di Milano). Oltre la metà dei docenti, infatti, ritiene che le attività svolte attraverso la piattaforma di 'Ora di Futuro' abbiano influenzato positivamente il dialogo con le famiglie degli studenti. ‘Ora di futuro’ è il progetto educativo che coinvolge gli insegnanti, le scuole primarie e le reti no profit di tutta Italia per insegnare a scuola a fare scelte responsabili e sostenere la genitorialità per famiglie fragili con bambini da 0 a 6 anni.

Il progetto è promosso da Generali Country Italia insieme a The Human Safety Net (Thsn), l’iniziativa globale del gruppo Generali a favore delle comunità e in partnership con tre onlus: Albero della vita, Mission Bambini e Centro per la salute del bambino. La piattaforma digitale ‘Ora di Futuro’ ha permesso ai ragazzi con Dsa di aumentare le loro capacità di apprendimento, di migliorare i propri risultati scolastici e di interagire meglio con i compagni di classe.

Il 90% degli studenti dichiara di aver aumentato le proprie competenze (tematiche e legate a gestione delle risorse e rischio). Dall’analisi emerge anche un miglioramento di tutte le life skills monitorate (gestione delle emozioni, pensiero critico, prendere decisioni e pensiero creativo) con un grande miglioramento del pensiero creativo. Inoltre, il 93% degli insegnanti dichiara che userà le metodologie didattiche digitali apprese con la piattaforma anche fuori dal progetto.

L’analisi dell’impatto condotta da Thsn ha evidenziato che la prosecuzione delle attività con le Onlus nei Centri anche da remoto ha garantito alle famiglie più fragili la continuità educativa - attraverso il supporto psicologico durante l’emergenza sanitaria e nel post emergenza - ma anche il supporto socio-educativo a favore della genitorialità, per aumentare la percezione del ruolo di genitori dando loro la possibilità di apprendere buone pratiche per lo sviluppo.

Il forzato lockdown ha infatti evidenziato ancora di più la necessità per le realtà non profit di acquisire gli strumenti necessari a continuare le proprie attività di missione anche da remoto, in modalità digitale, in particolare per raggiungere meglio i genitori e i loro figli che vivono in situazioni di vulnerabilità.

Per Salvatore Angelico, presidente Fondazione l’Albero della Vita Onlus, “Ora di Futuro ha permesso di portare l’attenzione sui bambini da 0 a 6 anni per interrompere il ciclo dello svantaggio sociale, intercettando e sostenendo quei bambini che, a causa della condizione di vulnerabilità, non ricevono risposte adeguate ai loro naturali bisogni di sviluppo”.

“Nei due Villaggi per Crescere - Centri Ora di Futuro di Trieste abbiamo offerto a tutte le famiglie opportunità di sviluppo di competenze genitoriali e di superamento di fragilità, quali situazioni di solitudine e isolamento sociale, e siamo riusciti a garantire maggiori possibilità per le bambine e i bambini di sviluppare appieno il proprio potenziale” afferma Giorgio Tamburlini, presidente del Csb.

"Siamo convinti che il benessere dei bambini passi attraverso il benessere dell’intera famiglia. Per questo siamo vicini ai genitori e ai loro bambini, costretti a trascorrere l’intera giornata a casa, proponendo loro strumenti digitali come “Patapum genitori catapultati a casa”, una piattaforma che offre loro varie attività che hanno lo scopo di garantire il benessere fisico e psicologico dei bambini e dei genitori. Davvero, insieme possiamo dare un presente e quindi anche un futuro sereno ai bambini di oggi, gli adulti di domani” afferma Goffredo Modena, presidente Fondazione Mission Bambini.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza