cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Dl sostegni, Corte dei Conti: condono può spingere a evasione

09 aprile 2021 | 13.01
LETTURA: 1 minuti

"Scelta non condivisibile", la misura "può rappresentare una spinta ulteriore a sottrarsi al pagamento". Bankitalia: "Condoni incentivi negativi per l’affidabilità fiscale"

alternate text
(Fotogramma)

Il decreto legge sostegni interviene a favore degli operatori economici, con l’annullamento delle cartelle di importo limitato, risalenti al decennio 2000-2010. ''Una scelta che non appare condivisibile''. Lo afferma la Corte dei Conti nella memoria sul decreto legge sostegni, depositata nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera. Secondo la magistratura contabile la misura ''oltre a dare adito a perplessità sul piano della coerenza con le finalità complessive del provvedimento, risolvendosi in un beneficio erogato a un vastissimo numero di soggetti, molti dei quali presumibilmente non colpiti sul piano economico dalla crisi, genera disorientamento e amarezza per coloro che tempestivamente adempiono e può rappresentare una spinta ulteriore a sottrarsi al pagamento spontaneo per molti altri''.

Il condono contenuto nel decreto legge sostegni è fonte di ''rilevanti perplessità'' dovute al fatto che ''questo è il terzo annullamento unilaterale di cartelle adottato nell’ultimo ventennio, a conferma di una sostanziale impotenza dello Stato a riscuotere i propri crediti, specie se di entità contenuta'' afferma la Corte dei Conti.

A intervenire è anche Bankitalia. I ''condoni'' contenuti nel decreto legge sostegni provocano delle conseguenze in termini di ''incentivi negativi per l’affidabilità fiscale degli operatori economici e disparità di trattamento nei confronti dei contribuenti onesti'' afferma Palazzo Koch nella memoria depositata nelle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Quanto all'intervento che ''mira ad alleviare, seppure in misura circoscritta, l’onere burocratico e amministrativo dell’agente della riscossione a fronte di carichi considerati per lo più di difficile esigibilità e a reindirizzare le attività e le risorse verso azioni più proficue'' Bankitalia ricorda che il presidente del Consiglio ha sottolineato la necessità di ''una riforma per rendere più efficienti i meccanismi di riscossione e per rafforzare la lotta all’evasione fiscale''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza