cerca CERCA
Giovedì 18 Agosto 2022
Aggiornato: 12:27
Temi caldi

False fatture per 5,6 milioni di euro, denunciati 13 imprenditori del novarese

19 maggio 2014 | 12.18
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Tredici imprenditori novaresi operanti nel settore della carpenteria metallica sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza perche' ritenuti responsabili di aver emesso fatture false per 5,6 milioni di euro. Le indagini delle Fiamme Gialle sono partite lo scorso settembre quando viene scoperta una ditta cosiddetta 'cartiera', ovvero una scatola vuota creata con il solo scopo di emettere fatture false nei confronti di un imprenditore novarese operante nel settore della carpenteria metallica.

Successive verifiche hanno permesso ai militari di individuare un vero e proprio sodalizio criminale operativo sul territorio novarese. Al temine degli accertamenti sono risultate coinvolte nella frode fiscale 11 imprese, tutte attive nel settore della carpenteria metallica, che, dal 2008 al 2014, hanno emesso e utilizzato fatture false per 5,6 milioni di euro, evadendo Iva per oltre 1.6 milioni di euro.

In particolare, una ditta individuale operante nel settore calzaturiero che, seppur priva di una struttura operativa, di attrezzature e dipendenti, in soli cinque mesi ha emesso fatture per saldature industriali per un importo di oltre 300.000 euro. Analogamente altre due imprese individuali, in pochi mesi, hanno fatturato prestazioni di servizi nel settore della carpenteria metallica per oltre 400.000 euro ciascuna mentre le responsabili tre ditte individuali, gestite da altrettante giovani donne, hanno fatturato prestazioni per saldature e montaggio di tubi per oltre 50.000,00 euro ciascuna, nonostante fossero completamente prive di esperienza nello specifico settore, di strutture operative e di dipendenti.

Al fine di dare una parvenza di legalità al sistema fraudolento architettato, gli imprenditori erano soliti regolare i pagamenti con assegni bancari e/o bonifici ai quali seguivano prelevamenti di contante, di pari importo, lo stesso giorno o nei giorni immediatamente successivi al versamento. Pertanto i 13 responsabili sono stati denunciati per i reati di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture false, omessa dichiarazione dei redditi, emissione di false fatture, nonché occultamento e/o distruzione di documentazione contabile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza