cerca CERCA
Domenica 16 Gennaio 2022
Aggiornato: 20:07
Temi caldi

Prevenzione

#FateleVedere, la campagna Lilt Milano contro il cancro al seno

29 settembre 2016 | 15.29
LETTURA: 5 minuti

alternate text

#FateleVedere per sconfiggere il cancro al seno giocando d'anticipo. E' l'hashtag scelto dalla Lilt di Milano per la 24esima edizione della campagna 'Nastro rosa' contro il big killer oncologico al femminile: un nemico che colpisce sempre più duro - sono 50mila le nuove diagnosi stimate per quest'anno, contro le 48mila del 2015 - ma che si può battere.

Per tutto ottobre, mese della prevenzione, la Lega italiana per la lotta contro i tumori invita le donne a sottoporsi alle visite senologiche gratuite offerte in diversi punti di città e hinterland, negli spazi prevenzione e sull'unità mobile che farà tappa in piazza del Cannone al Castello Sforzesco e in piazza Sraffa accanto all'università Bocconi. Simbolo dell'iniziativa il tradizionale fiocco con cui anche quest'anno sarà vestita la scultura L.O.V.E. di Maurizio Cattelan, per tutti 'Il Dito', che campeggia in piazza Affari davanti alla Borsa.

La ricca agenda della campagna meneghina è stata presentata a Palazzo Marino, nel corso di un evento di sensibilizzazione aperto al pubblico. La prima di una serie di appuntamenti all'insegna dell'informazione sull'importanza della diagnosi precoce: dai check gratis al sabato di shopping griffato e solidale in programma il 1 ottobre nelle vie del Quadrilatero della moda milanese; dal flash mob/concerto previsto per lo stesso giorno alle 16 in piazza Sempione per suonare insieme l'inno alla prevenzione 'Batti il cancro al seno' alla mostra fotografica 'FateleVedere' allestita per tutto il mese all'Istituto nazionale tumori-Int del capoluogo lombardo, all'Humanitas di Rozzano e nello Spazio prevenzione Lilt di Sesto San Giovanni.

Durante l'incontro in Comune è stato conferito il premio 'Lilt for Women Nastro Rosa' a Livia Pomodoro, già presidente del Tribunale di Milano, ora a capo del Milan Center for Food Law and Policy e dello Spazio Teatro No'hma Teresa Pomodoro. "Una donna che si è contraddistinta per impegno e sensibilità di fronte a importanti tematiche sociali", motiva la Lilt. E' andato invece a Tiziana Triulzi, giovane ricercatrice dell'Int, l'assegno Premio campagna Nastro rosa.

"Nonostante l'aumento dell'incidenza - spiega Marco Alloisio, presidente della Lilt di Milano - il tumore al seno ha una percentuale di sopravvivenza che si avvicina al 90% e anche oltre quando viene diagnosticato in stadio precoce". Eppure "una donna su 5 sembra non aver ancora compreso i rischi legati a questa patologia oncologica, continuando a non sottoporsi ad esami di diagnosi precoce".

E "Milano - sottolinea l'esperto - è la città con il maggior numero di nuovi casi/anno di tumore alla mammella: circa 2.700". Anche per questo "negli anni sono state messe in atto una serie di strategie che hanno reso il capoluogo lombardo un polo di riferimento per la diagnosi e la cura, con la più alta percentuale di sopravvivenza, grazie anche a iniziative di associazioni come la nostra".

Alloisio segnala inoltre "il progressivo abbassamento dell'età in cui il tumore al seno si manifesta", un elemento che "ci ha spinto a collaborare con i principali atenei milanesi per offrire alle studentesse la possibilità di sottoporsi a visite senologiche gratuite, e di ricevere importanti consigli sugli stili di vita da seguire per ridurre il rischio di ammalarsi in futuro. Iniziare presto a sensibilizzare le giovani generazioni di donne a effettuare regolari controlli significa abituarle a prendersi cura di sé".

Un impegno che nella Milano del fashion è stato sposato anche dal mondo della moda: per il sesto anno consecutivo, l'Associazione MonteNapoleone si schiera al fianco della Lilt per un sabato 1 ottobre di shopping benefico. I brand che aderiscono alla campagna devolveranno all'associazione il 10% dell'incasso dell'intera giornata. "Con i fondi raccolti lo scorso anno sono state effettuate più di 31mila visite al seno, 15mila mammografie, oltre 9mila ecografie mammarie e 1.600 visite gratuite", elenca la Lilt. Per l'occasione le vie Monte Napoleone, Verri, Sant'Andrea, Santo Spirito, Borgospesso e Bagutta si tingeranno di rosa, decorate con moquette, grandi fiocchi luminosi e shopper giganti.

"Nel 2011 - ricorda Guglielmo Miani, presidente dell'Associazione MonteNapoleone - la giornata di shopping solidale è iniziata con i brand della sola via Monte Napoleone, ma negli anni abbiamo visto aumentare il numero dei sostenitori 'in rosa' e delle strade coinvolte: da 3 il secondo anno a 4 il terzo, diventate quest'anno 6 con l'aggiunta di via Bagutta. Anche le boutique che partecipano all'iniziativa sono quasi raddoppiate, da 35 a 64. In 5 anni è stato raccolto oltre 1 milione di euro" ed "è motivo di grande orgoglio aver contribuito a diffondere il messaggio della prevenzione ed essere riusciti ad attribuire un valore aggiunto anche allo shopping, da sempre sinonimo di 'leggerezza al femminile'".

"Invitiamo tutte le donne a prendersi cura di sé e a non dimenticare l'importanza di fare prevenzione - è l'appello finale di Alloisio - Il mese rosa sta per iniziare, vi aspettiamo presso i nostri Spazi prevenzione e nelle piazze in cui sarà presente l'Unità mobile per effettuare controlli di diagnosi precoce".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza