Cerca

Ebola: Oms, strage senza precedenti di medici eroi, 120 vittime

Con 240 operatori infettati assistenza dall'estero a rischio, appello Africa per reclutare camici bianchi

CRONACA

Milano, 25 ago. (AdnKronos Salute) - Camici bianchi decimati dall'epidemia di Ebola in Africa: "A oggi oltre 240 operatori sanitari sono stati contagiati in Guinea, Liberia, Nigeria e Sierra Leone, e più di 120 sono morti". Uno su due. A lanciare l'allarme su una strage "senza precedenti" è l'Organizzazione mondiale della sanità che ricorda i medici, gli infermieri e gli altri operatori infettati dal virus come "eroi nazionali". Angeli che hanno sacrificato la vita sul campo di battaglia contro l'Ebola.


Questo bollettino di guerra che si allunga ogni giorno "ha reso difficile per l'Oms garantire il supporto di un numero sufficiente di personale sanitario straniero", avverte l'agenzia delle Nazioni Unite per la sanità. Perciò "l'Unione africana ha lanciato un'iniziativa urgente per reclutare nuovi operatori sanitari tra i Paesi membri".

Il problema più grave è che di fronte a questa moria dilaga il panico. "Il fatto che tanti operatori sanitari si siano ammalati aumenta ansia e paure: se anche medici e infermieri sono stati colpiti dal virus, che chance ha la popolazione generale?". Inoltre "in alcune zone gli ospedali sono considerati degli 'incubatori' di infezione", tanto da essere "evitati dai pazienti con qualsiasi tipo di malattia, riducendo i livelli generali di assistenza sanitaria".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.