Home . Fatti . Cronaca . "Sono stato io", confessa omicida Follonica

"Sono stato io", confessa omicida Follonica

CRONACA
Sono stato io, confessa omicida Follonica

Foto di repertorio (Fotogramma)

"Sono stato io". Sarebbero state queste le uniche parole pronunciate di fronte al pm da Raffaele Papa. Il 29enne è rimasto in silenzio dal momento in cui è stato fermato dai carabinieri a Grosseto, circa due ore dopo aver sparato a Follonica al culmine di una lite uccidendo una persona e ferendone altre due. Poi davanti al magistrato ha confessato le sue responsabilità ma non avrebbe aggiunto altri particolari perché "non me li ricordo".


I carabinieri hanno ritrovato la pistola, una calibro 9 con matricola abrasa, con Papa ha sparato e ucciso l'albergatore Salvatore De Simone, 42 anni, titolare dell'hotel Stella in via Matteotti, ha ferito il fratello della vittima, Massimiliano De Simone, e una farmacista, Paola Marinozzi, colpita alla testa da un proiettile vagante. Per i due feriti, ricoverati nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Siena, la prognosi resta riservata.

Ieri Papa è stato fermato alle porte di Grosseto un'ora dopo la sparatoria, e non aveva la pistola con sé, dopo essere fuggito da Follonica. Oggi i sommozzatori dei carabinieri l'hanno rinvenuta nel torrente Gora, in prossimità di Follonica.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.