Cerca

La strage di Capaci e il ruolo dell'informazione

CRONACA
La strage di Capaci e il ruolo dell'informazione

Il giudice Giovanni Falcone

In occasione del 27.mo anniversario della strage di Capaci si terrà a Palermo mercoledì 22 maggio, presso l'Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza di Palermo (via Maqueda, 172), alle 17, il convegno "Strage di Capaci. Il ruolo dell’informazione ieri ed oggi", organizzata dall'Associazione culturale Falcone e Borsellino, in collaborazione con Rete Universitaria Mediterranea e ContrariaMente. Un'occasione per ricordare, ma anche per discutere sui molti interrogativi che in questi anni sono rimasti aperti.


Dopo inchieste e processi, ci sono ancora molte verità nascoste e da individuare ci sono ancora i volti di quei soggetti esterni a Cosa Nostra che si intravedono sullo sfondo dell'eccidio. Chi ha voluto la morte di Falcone? Chi ha manomesso i supporti informatici del giudice presso il suo ufficio del Ministro di Grazia e Giustizia? E che ruolo possono avere gli organi di informazione nell'accertamento della verità?

Interverranno in qualità di relatori l’ex magistrato, oggi avvocato, sopravvissuto alla strage di Pizzolungo, Carlo Palermo; il direttore della sede siciliana della Rai, Salvatore Cusimano, e il giornalista di Rai3 - Report, Paolo Mondani. Alla conferenza, moderata dal direttore di AntimafiaDuemila, Giorgio Bongiovanni, saranno proiettati anche dei contributi video del procuratore aggiunto di Firenze, Luca Tescaroli, dell’autore e conduttore di Report, Sigfrido Ranucci e del giornalista-scrittore, Giulietto Chiesa.

Parte integrante dell'incontro, il movimento giovanile "Our Voice", che dedicherà un monologo ai caduti della strage del 23 maggio, in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, insieme agli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.