Cerca

Vescovo Frosinone: "Da Energas 2 mila buoni spesa, esiste 'contagio positivo'"

CRONACA
Vescovo Frosinone: Da Energas 2 mila buoni spesa, esiste 'contagio positivo'

Nella foto la consegna dei buoni spesa alla cura vescovile

"Desidero esprimere a nome della Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino un ringraziamento particolare all’azienda Energas, che, in un periodo così buio, ci ha sorpreso con un gesto di grande solidarietà: il dono di duemila buoni spesa della Conad, che, a sua volta, ha offerto su di essi il 10 per cento di sconto. Questo dimostra che esiste un 'contagio positivo', quello del bene, che può coinvolgere tutti noi e renderci vincitori davanti al male, perché uniti nell'attenzione amorevole verso chi è più povero". Lo dice all'Adnkronos mons. Ambrogio Spreafico, Vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo ed il dialogo interreligioso.


"Auspico pertanto che altri, singoli imprenditori o intere società, seguano -come in parte sta già avvenendo- con generosità l’esempio di Energas. I buoni sono stati consegnati nei giorni scorsi alle Caritas afferenti alle parrocchie nelle zone più colpite dalla crisi economica che si è innestata con l’epidemia. Basti pensare che, ad esempio, solo presso la mensa per i poveri di Frosinone, a fronte di una cinquantina di ospiti nei mesi scorsi, oggi diamo da mangiare a duecento persone per quattro giorni a settimana. Continuiamo ad essere vicini alle famiglie, ai piccoli, ai malati, agli anziani, a chi è solo, certi che, come celebriamo nella Resurrezione, l’amore del Signore è più forte della morte", conclude il vescovo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.