Cerca

Gilet arancioni e Pappalardo a Milano, social scatenati

CRONACA
Gilet arancioni e Pappalardo a Milano, social scatenati

(Fotogramma)

Antonio Pappalardo e i gilet arancioni a piazza del Duomo, con bandiere ma (in molti casi) senza mascherina. La manifestazione, nel cuore di Milano, diventa uno degli argomenti del giorno, almeno sui social. L'hashtag #giletarancioni spopola su Twitter, dove abbondano messaggi di critica e scherno per i manifestanti: mentre le Regioni si preparano a riaprire dopo i mesi più duri dell'emergenza coronavirus, centinaia di persone si riversano nel cuore di Milano. Un assembramento, a giudicare dalle foto, in cui molte persone non indossano dispositivi di protezione (Gallery).


"Siamo appena usciti (forse) da una pandemia. In Lombardia 3/4 dei contagi. Milano, oggi. Con cosa fa rima #GiletArancioni?", si chiede un utente commentando le immagini che circolano sul web. "E questi tra meno di una settimana dovrebbero poter avere il permesso di potersi muovere da una regione all'altra, facendo gli untori sia di potenziale virus che di fascismo? Chiudeteli a chiave e non fateli uscire MAI PIÙ", scrive un'altra persona. "Siete ancora sicuri, sicuri, sicuri, che “andrà tutto bene” e che “dopo la quarantena ne usciremo tutti più buoni e soprattutto responsabili”? Io onestamente ho i miei grandi dubbi", osserva un altro utente, che pubblica una foto di Pappalardo nella piazza. C'è chi cita anche Luciano Onder: "Oggi parleremo di un fenomeno molto interessante: come nasce un focolaio di covid19".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.