Cerca

Open Arms, Sandro Veronesi: "Da Salvini ricatto a governo"

CRONACA
Open Arms, Sandro Veronesi: Da Salvini ricatto a governo

(Foto Fotogramma)

"E’ giusto che Salvini venga chiamato personalmente a rispondere, perché era un’azione fatta da un membro del governo e non da tutto il governo. Era una specie di ricatto nei confronti del governo che doveva fare ‘pippa’ come si dice a Roma perché in quel momento c’erano i sondaggi etc. Lo ha fatto per un tornaconto personale". Lo ha detto all’Adnkronos lo scrittore Sandro Veronesi commentando la decisione del Senato di autorizzare il processo per il leader della Lega.


"Salvini lo rifarebbe in futuro?- dice Veronesi - L’importante è che non rifaccia il ministro dell’Interno... Adesso chi lo metterebbe lì a quel punto si’ che sarebbe complice". Poi commentando le parole di Salvini secondo cui "i vigliacchi stanno festeggiando" afferma: "Vuol dire che non l’ha presa molto bene. In realtà lui ha a disposizione un processo democratico. Se è vero che non ha fatto nulla di male allora dorme tra due guanciali". "Avrà tutte le tutele del caso è tutti coloro Che lo hanno voluto a processo gli riconosceranno le tutele", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.