Cerca

Cuccioli al buio senza acqua né cibo, sequestrato canile abusivo a Chieri

CRONACA

Sedici cani, tra cui anche alcuni cuccioli, chiusi in uno stanzone senza luce e con una sola finestra, senza né acqua né cibo. Abbandonati e reclusi in una cascina a Chieri, da una donna di mezza età, la proprietaria del rudere, al momento fuori regione per un impegno personale. A scoprire il 'canile abusivo' sono stati i carabinieri di Chieri e le guardie zoofile che sono intervenuti per salvare gli animali.

Nel corso del sopralluogo dei militari dell’Arma, in collaborazione con i medici veterinari dell’AslTo 05 e le guardie zoofile, si è proceduto a liberare e rifocillare con cibo e acqua i cani (15 meticci e 1 pastore tedesco, tutti età compresa tra 6 mesi e 3 anni). Tutti i cani erano sprovvisti di microchip di identificazione

La proprietaria della cascina è stata denunciata per maltrattamento di animali e sanzionata sia per la mancata registrazione degli animali, tutti senza microchip, che per le condizioni fatiscenti della struttura in cui erano rinchiusi. Gli animali sono stati portati al canile di Chieri e in altri rifugi della provincia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.