Home . Fatti . Esteri .

Nuove proteste dei gilet gialli, un morto

ESTERI
Nuove proteste dei gilet gialli, un morto

(Afp)

Sale a sette il bilancio delle vittime di incidenti registrati nelle ultime settimane a margine delle mobilitazioni dei gilet gialli. Nel nord della Francia, al confine con il Belgio, un automobilista è morto a seguito dello scontro tra la sua auto e un camion che, la notte scorsa, era stato bloccato da un presidio dei manifestanti. Tensioni a Parigi, dove si è svolta una mobilitazione per il quinto sabato consecutivo. La polizia ha usato i lacrimogeni contro un centinaio di manifestanti sull'avenue du President Wilson.


La protesta si è comunque sgonfiata: oggi in Francia sono scesi in piazza in 66mila - calcolati dal ministero degli Interni alle sei di questo pomeriggio - quando alla stessa ora di sabato scorso erano 126mila. Nella capitale francese sono state fermate 85 persone, 46 delle quali sono state poi trattenute. Sabato scorso, a metà giornata, si registravano 548 fermi. La mobilitazione è avvenuta a pochi giorni di distanza dall'attacco terroristico al mercatino di Natale di Strasburgo tanto che, nei giorni scorsi, esponenti del governo hanno più volte chiesto di annullare le proteste in segno di responsabilità nazionale e solidarietà con le vittime.

I gilet gialli, per il terzo sabato consecutivo, sono tornati a manifestare anche nel centro di Bruxelles. Diversamente dalle altre due volte, quando vi sono stati violenti scontri con la polizia, gli organizzatori hanno chiesto e ottenuto il permesso di manifestare. Le autorità hanno deciso un vasto dispiegamento di forze dell'ordine. La polizia, riferiscono i media belgi, ha effettuato controlli già all'arrivo dei treni nelle stazioni ferroviarie di Bruxelles e avrebbe già disposto una cinquantina di fermi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.