Sciolte le Camere: al voto il 4 marzo

POLITICA
Sciolte le Camere: al voto il 4 marzo

Si voterà il 4 marzo. La data delle prossime elezioni politiche è stata indicata durante il Consiglio dei ministri.


Poco prima il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, aveva firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati, controfirmato dal presidente del Consiglio dei ministri Gentiloni.

Gentiloni: "L'Italia si è rimessa in moto"

Gentiloni ha presentato per la firma i seguenti atti deliberati dal Consiglio dei Ministri:

Il decreto di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati per il 4 marzo 2018, nonché di determinazione della data della prima riunione delle nuove Camere fissata per il 23 marzo 2018.

Il decreto di assegnazione alle Regioni del territorio nazionale e alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per le elezioni per il Senato della Repubblica.

Il decreto di assegnazione alle circoscrizioni elettorali del territorio nazionale e delle ripartizioni al territorio della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per le elezioni della Camera dei Deputati.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.