Home . Fatti . Politica . Berlusconi: "Mattarella consentirebbe governo di centrodestra". Colle smentisce

Berlusconi: "Mattarella consentirebbe governo di centrodestra". Colle smentisce

POLITICA
Berlusconi: Mattarella consentirebbe governo di centrodestra. Colle smentisce

(Fotogramma)

"Sono stato qualche giorno fa dal presidente Mattarella e lui mi ha detto chiaramente che consentirebbe al centrodestra di trovare una maggioranza" alternativa in caso di crisi del governo gialloverde. Ad affermarlo è stato il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi nel suo intervento all'hotel Ergife di Roma a una iniziativa azzurra contro la manovra. La ricostruzione fatta dall'ex premier del recente incontro con il Capo dello Stato è stata però smentita dal Colle. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nei suoi colloqui, a quanto si apprende da fonti del Quirinale, non ha mai espresso - si puntualizza - la sua opinione su scenari politici eventuali.


ATTACCO AI 5S - Dal palco dell'hotel Ergife Berlusconi è tornato a ironizzare sulle capacità governative dei Cinquestelle: "Avevo detto che potevano andare a pulire i cessi. Oggi, vedendoli, ho dubbi che possano saperlo fare...". Poi ha aggiunto: "Bisogna mandare a casa questo governo di incapaci e dilettanti che non hanno quel minimo di cultura per poter prendere decisioni sulla cosa pubblica".

MANOVRA - Il presidente di Forza Italia boccia la manovra economica del governo gialloverde. "Sono molto pessimista. Non credo che questa manovra sarà cambiata - ha sottolineato -. Non ho mai visto una legge di Bilancio così, va riempita di contenuti che non ci sono. Noi non voteremo mai la fiducia a questa manovra. Si tratterebbe - ha aggiunto - di un voto sul nulla" . "Così non si può andare avanti - ha continuato -, non ho mai visto una manovra senza contenuti come questa. Siccome non verrà modificata, il 19 dicembre la Commissione Ue deciderà la procedura di infrazione dell'Italia".

SCOUTING TRA I 5S - Berlusconi ha poi osservato che, in caso di voto anticipato, "la metà dei parlamentari M5S non potrebbe più essere ricandidato per la regola dei due mandati, e la maggior parte sono persone senza arte né parte e andrebbero a casa. Credo che molti di questi parlamentari - ha dichiarato - sarebbero spinti ad entrare in un nuovo gruppo a sostegno di un governo di centrodestra. Vedremo...".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.