cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 19:26
Temi caldi

Francia: intercettazioni Sarkozy, ministro Giustizia non intende dimettersi

12 marzo 2014 | 12.47
LETTURA: 2 minuti

Il caso delle intercettazioni delle conversazioni telefoniche tra Nicolas Sarkozy ed il suo avvocato sta investendo in pieno l'attuale governo francese: il presidente dell'Ump, Jean Francois Copé ha chiesto le dimissioni del ministro della Giustizia Christiane Taubira accusandola - dopo che il premier Jean-Marc Ayrault ha riconosciuto che l'esecutivo era al corrente delle intercettazioni dal 26 febbraio - di aver mentito dichiarando lunedi' sera di non aver avuto informazioni sui controlli telefonici disposti a carico di Sarkozy e del suo avvocato nel quadro di un procedimento giudiziario.

Accuse respinte dalla diretta interessata: "Non ho mentito", ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa oggi. "No, non ho informazioni riguardo alla data, la durata, i contenuti delle intercettazioni giudiziarie", ha affermato, annunciando: "non mi dimetto".

Anche Francois Hollande, secondo Copé, dovra' "spiegarsi davanti ai francesi". "Ci tengo a dire che non ne uscira' con il semplice ingenuo annuncio di una nuova commissione per fare luce e migliorare le procedure".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza