cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 14:17
Temi caldi

Ingroia: "Contestazione Davigo conferma regressione Paese"

01 febbraio 2020 | 18.53
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"La contestazione di Pier Camillo Davigo da parte degli avvocati milanesi è un'ulteriore conferma della piena fase di regressione che attraversa il Paese anche attraverso forme sempre più spinte di intolleranza verso le opinioni altrui". Lo ha detto all'Adnkronos Antonio Ingroia, commentando la protesta dei legali contro il consigliere del Csm Davigo a Milano. "Ricordo ben altri tempi e ben altre contestazioni, quando i magistrati lasciavano l'aula in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario da parte di ministri rappresentanti di governi che attaccavano la Costituzione con progetti e disegni di legge di aggressione all'autonomia e indipendenza della magistratura - dice -. Oggi invece si manifesta contro le opinioni espresse da un alto magistrato, che si possono non condividere, così come spesso io non condivido talune opinioni e forme di espressione del dottor Davigo. Ma c’è una grande differenza che segna la distanza dei tempi e la regressione della civiltà e del rispetto della libertà di opinione nel nostro Paese".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza