Cerca

Fiorello: "E' partita la sciabbarabba"

SPETTACOLO
Fiorello: E' partita la sciabbarabba

Per Fiorello è una "sciabbarabba" (perdita di lucidità con reazione subitanea, non controllata, spesso violenta o priva di logica), la querelle con Repubblica, rispetto alla quale afferma di non aver voluto fare alcuna polemica ma solo qualche precisazione, e comunque, assicura Fiorello, in un nuovo video su Instagram, il lavoro per il progetto con RaiPlay procede. "E' partita la 'sciabbarabba', come dice Mollica", esordisce Fiorello nel video, ringraziando poi "tutti i giornali che si sono interessati a me" e citando i titoli di oggi di alcuni quotidiani. "Per tutto questo devo ringraziare veramente Repubblica", dice poi Fiorello che ricorda: "Sono stato ai 40 anni di Repubblica, sono venuto all'Auditorium e ho fatto trenta minuti di spettacolo, gratis". Vero è, per Fiorello, che "se Repubblica ieri non avesse scritto 'interrotte le trattative' e io giusto per il gusto di smentire le ho riprese...", insomma "grazie a Repubblica, ringrazio il direttore Verdelli".


"Oggi, ovviamente l'unica che non parla di tutto questo e' Repubblica", aggiunge Fiorello e dice: "Mi immagino la riunione di redazione, il direttore dice 'mai più, non scrivetene, mi raccomando, non scrivete piu' o se scrivete, parlatene male'. E' un classico". Fiorello scandisce poi che "comunque non c'e stata nessuna polemica da parte mia, solo il gusto della precisazione di fronte a cose che non corrispondevano alla verità: come l'incazzatura da parte mia o la trattativa interrotta". "Non c'era una trattativa, quelle si fanno per i sequestri", prosegue Fiorello secondo il quale "più che trattative erano approcci". Quanto a RaiPlay, Fiorello prima ironizza, "RaiPlay in questo nomento chi la guarda?! Salini guarda RaiPlay" poi riassume il senso attuale della rete secondo lui, "in questo momento ti dice 'non hai visto Ballando con le Stelle?, te lo puoi vedere il giorno dopo", quindi afferma: "Io tenterò di fare contenuti, mettendo insieme la mie esperienze degli ultimi anni, leggerò giornali, farò intervista. Sarà il vero varietà, tutto mischiato", sulle modalità aggiunge "avremmo gia' scelto la location ma non la posso dire" e riassume il senso del progetto affermando che lui sarà "una specie di testimonial di RaiPlay".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.