Cerca

Virus, Zanicchi: "Quando vedo un cinese me la do a gambe"

SPETTACOLO
Virus, Zanicchi: Quando vedo un cinese me la do a gambe

"Ieri, arrivando in treno, alla stazione ho sentito delle urla tremende. Una signora cinese scesa dal treno è stata fermata dagli inservienti. Non c'entrava nulla poverina, ma ormai c'è la psicosi. Io quando vedo un cinese, sorrido, ma me la do a gambe". Iva Zanicchi ironizza così sul coronavirus ospite di Mara Venier a 'Domenica In'.


"Non è giusto, bisogna essere cordiali", continua Iva che però sottolinea come "se uno ha paura, ha paura". Tuttavia, aggiunge, "proprio per non fomentare la paura, io sono andata in un albergo vicino a quello di via Cavour", dove hanno soggiornato i turisti cinesi risultati positivi. "Certo l'aria potrebbe anche arrivare". "Ma viaggi con la mascherina?", chiede Mara. "Per ora no - risponde - e comunque non c'è da ridere perché il pericolo c'è. Lavatevi le mani e non soltanto le mani"

Un'uscita infelice che non passa inosservata sui social e alla quale la stessa Mara Venier cerca di metterci una 'pezza' invitando la Zanicchi a chiarire. "Ma no, io scherzavo, era una battutaccia. Alloggio in un albergo a via Cavour - ripete - stamattina a colazione ci saranno stati 30 cinesi, ma io ero in un tavolino a parte… non li conoscevo".







RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.